Cultura
il programma della serata

Torna il tanto atteso concerto di San Martino

Ad accogliere il pubblico sarà un pianoforte gran coda Shigeru Kawai, considerato uno dei migliori al mondo

Torna il tanto atteso concerto di San Martino
Cultura Bollatese, 07 Novembre 2022 ore 12:44

Torna in grande stile e senza restrizioni venerdì 11 novembre 2022, il concerto di San Martino a Bollate, dopo due anni a posti ridotti.

Torna il concerto di San Martino

Ci sono ricorrenze ed eventi che esprimono un particolare significato, arricchito da memoria, condivisione e senso di comunità… certamente tra questi il Concerto di San Martino, che da 25 anni è, per Bollatesi e non, luogo di attesa, incontro e festa.

Dopo l’annullamento del 2020 e gli ingressi limitati del 2021, torna nella sua veste privilegiata di grande evento, con l’obiettivo di richiamare, di nuovo, un ampio pubblico, venerdì 11 novembre alle ore 21, presso la Chiesa S. Martino di Bollate. E ad accogliere il pubblico sarà un pianoforte gran coda Shigeru Kawai, considerato uno dei migliori al mondo, che troverà la sua massima espressione grazie al talento del pianista milanese Davide Cabassi.

Il Concerto è organizzato dall’Accademia Vivaldi – Istituto Musicale “Città di Bollate” insieme al Comune di Bollate – Assessorato alla Cultura e Pace e Parrocchia San Martino, in collaborazione con: Associazione Primavera di Baggio, CSBNO, Kawai Italia, Cooperativa Edificatrice Bollatese, Unione Commercianti Bollate, Remax - Fiducia di Marisa Tonetto.

Un concerto unico

Top-prize winner alla Van Cliburn International Piano Competition del 2005, Davide Cabassi ha debuttato con l'Orchestra Sinfonica della RAI di Milano ad appena tredici anni. Da allora ha intrapreso una brillante carriera come solista e come camerista, che l’ha portato a esibirsi con le migliori orchestre del mondo e per le più importanti realtà musicali italiane ed europee, invitato in più di 35 Stati Americani, in Cina e in Giappone.

Una lunga collaborazione con il Teatro alla Scala l’ha portato a suonare per étoile quali Roberto Bolle, Svetlana Zacharova, Massimo Murru e Sylvie Guillem. Diplomato con lode nella classe della Prof.ssa Edda Ponti presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, è il primo italiano ammesso alla International Piano Foundation di Cadenabbia.
Parallelamente all’attività concertistica, Cabassi svolge un’intensa attività discografica per etichette come Sony BMG e Decca, riscuotendo un grande successo di critica e pubblico. Insegna nei Conservatori italiani dal 2003 e i suoi studenti risultano regolarmente vincitori di premi in grandi concorsi internazionali.

È ideatore artistico delle stagioni concertistiche Kawai a Ledro, Un pianoforte in Ateneo e Incontri Contemporanei a Milano, dei Campus Musicali Estivi Kawai a Ledro e del Concorso Internazionale Shigeru Kawai. Nel 2010 ha fondato con la moglie, la pianista russa Tatiana Larionova, la stagione concertistica Primavera di Baggio, per valorizzare e rilanciare culturalmente la periferia disagiata della sua città, coinvolgendo i bambini e “invadendo” gli spazi associativi, specie quelli riscattati dalle mafie.

A Bollate, realtà da lui ben conosciuta, presenta un programma particolarmente suggestivo, che attinge dal repertorio di Schumann e Musorgskij. Un programma composto di sogni, di visioni, di fiabe e di immagini poetiche. Lo Schumann dei Kreisleriana, il luogo per eccellenza dell’inconscio: un mondo onirico dove l’incubo e l’allucinazione si incontrano con il canto e con l’incanto. E i

Quadri di un’Esposizione di Musorgskij, una passeggiata nel museo delle favole e delle illustrazioni iconografiche della grande Russia, che, concludendosi presso la Grande Porta di Kiev vuole essere, in questi giorni scuri, un messaggio di pace e di speranza. Aspettiamo dunque l’11 novembre, per immergerci in questa visione senza confini, e lasciamoci catturare da una musica immaginifica e speciale, benzina per la macchina dello stupore che c’è in ognuno di noi.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: www.accademiavivaldi.it

Seguici sui nostri canali