Menu
Cerca

Il sanvittorese Marco Maggiore registra negli studi dei Beatles

Il batterista ha inciso il nuovo singolo "Around around" agli Abbey Roads: stasera in concerto in piazza a Nerviano

Il sanvittorese Marco Maggiore registra negli studi dei Beatles
Cultura Legnano e Altomilanese, 21 Luglio 2018 ore 09:30

Marco Maggiore sabato 21 luglio suonerà in centro a Nerviano.

"Around Around" il nuovo singolo di Marco Maggiore

Si chiama «Around around» ed è il nuovo singolo del noto batterista sanvittorese Marco Maggiore.
Ma non si tratta di un brano qualsiasi: perchè questo pezzo, che rende il suo tributo alla musica anni ‘70, ‘80 e ‘90 all’insegna di un messaggio di rinascita, Maggiore l’ha masterizzato ai mitici Abbey Road Studios di Londra (famosi per la copertina dell’album dei Beatles) nientemeno che da Miles Showell già all’opera per «1s» e «Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band-50th anniversary edition» dei Beatles, «Life for rent» di Dido, «Dummy» dei Portishead, «Ghost in the machine» dei Police, «Back to black» di Amy Winehouse e nell’intero catalogo rimasterizzao di Phil Collins e Pete Townshend.
Dopo l’album d’esordio «PassWords» uscito quattro anni fa e le collaborazioni preziose con Eumir Deodato e Micheal Manring, Maggiore è entusiasta del suo nuovo lavoro.

«Around around era in lavorazione da tempo - ci racconta Maggiore, che vive anche a Cerro -, ancor prima di alcuni eventi destabilizzanti che mi sono successi. E proprio da queste esperienze di vita ho preso spunto per completare il testo insieme a Massimo Zanusso. Intorno al mese di dicembre 2017 abbiamo raggiunto lo stadio finale del brano. Finito il mix è emersa l’opportunità degli Abbey Road e l’ho colta al volo».
Come sei arrivato il quel luogo così famoso per la storia della musica? «Una scelta artistica sicuramente - spiega Maggiore -, il pezzo con molto rock, punte di blues, funk e sulla ritmica avevo in mente molto Micheal Jackson. Ho voluto dargli un sound che fosse il colpo di coda per riprendersi da situazioni difficili e penso, musicalmente, di esserci riuscito.
Che cosa si prova a essere agli Abbey Road? «L’emozione è fortissima, quel luogo profuma di storia e un sacco di cose che sono state la mia formazione. Poi sai che ti devi concentrare sulle tue cose e mi sono messo subito all’opera».

E lavorare con Showell? «La particolarità del brano è che suona vecchio e moderno al tempo stesso, con lui c’è stata subito intesa. Quando ha visionato il materiale mi ha fatto subito i complimenti. E questo non è poco per un’artista. Avevo ascoltato quello che lui aveva fatto con i grandi della musica, sapevo come lavorava. E sapevo di essere in buone mani. C’è stata una grande stima reciproca. Sono contentissimo del risultato finale».
Molto forte il messaggio: «Qualsiasi cosa ti succeda intorno devi andare avanti. Never give up. Il messaggio ha bisogno di vettori efficaci e il mio è la musica».

E ora c’è da attendersi un altro album? «Non c’è qualcosa di seguito al momento, ci sono molte idee, alcune anche in stadio avanzato - annuncia il batterista -. Ora ho sentito l’esigenza di pubblicare il prima possibile questo pezzo, volevo farmi sentire. Non so dire le tempistiche ma sicuramente arriverà un album. E a breve pubblicherò una versione live di “Rising sun”».

In «Around around» Maggiore è alla voce, batteria e synths; Fabio Beltramini alla chitarra e tromba, al basso Andrea Fossella, Theresa Muteta Covini e Florence Muteta ai cori, musica by Marco Maggiore, testo di Maggiore & Zanusso.

La copertina è affidata al talento di Francois Casanova.

Concerto stasera a Nerviano

Sabato 21 luglio, Maggiore sarà in concerto a Nerviano: appuntamento alle 21, in Piazza Italia. La serata è quella hawaiana proposta dall'associazione "Facciamo Quadrato" che porterà nel centro cittadino musica, divertimento e musica. Ottima musica.