Cultura
Poesia e narrativa

San Magno, ecco i vincitori del concorso letterario

Cerimonia di premiazione per "Non semel victor sed semper primus" nel maniero di via Berchet a Legnano.

San Magno, ecco i vincitori del concorso letterario
Cultura Legnano e Altomilanese, 29 Novembre 2021 ore 22:27

San Magno ha premiato i vincitori del concorso letterario "Non semel victor sed semper primus".

San Magno, la Nobile contrada celebra i talenti letterari

La cerimonia di premiazione dell'iniziativa, promossa dalla contrada e nata dalla collaborazione del gran priore emerito Roberto Clerici con Rosy Gallace, dama di contrada, scrittrice e organizzatrice di già tanti concorsi letterari, si è svolta sabato 27 novembre 2021. Un pomeriggio all'insegna della cultura e dell'arte della scrittura, che, in un'epoca di messaggi veloci e frenesia di informazioni, sa ancora tanto trasmettere ed emozionare. E che tanto ancora coinvolge, come dimostrato dall'alta partecipazione al concorso. Dopo il benvenuto del gran priore Giuseppe Scarpa, la cerimonia è iniziata con il saluto dell'assessore alla Cultura del Comune di Legnano Guido Bragato. Presenti all'evento anche il cavaliere del Carroccio Riccardo Ciapparelli, la gran dama di grazia magistrale Valentina Raimondi, la castellana Lavinia Mescieri, il capitano Alessandro Zanovello e lo scudiero Matteo Magnani.

Sette premi intitolati ad altrettanti grandi legnanesi

Sono state più di 400 le opere partecipanti al concorso e provenienti da tutta Italia. I premi di ciascuna sezione sono stati dedicati a illustri cittadini legnanesi, che si sono distinti per l'energia e l'entusiasmo profusi per la città di Legnano.
Sezione A: poesie a tema libero, premio intitolato a Dante Clerici, primo scudiero di contrada nel 1937 con capitano Edoardo Castelli, ricordato dal figlio Roberto.
Sezione B: opere nei vari dialetti d’Italia, premio intitolato a Cesare Sironi, capitano di contrada dal 1954 al 1959, appassionato uomo di Palio e grande artefice, insieme ad Anacleto Tenconi, nella riorganizzazione della rievocazione storica nel dopoguerra, ricordato dal figlio Sandro Sironi, priore di contrada, visibilmente commosso.
Sezione B: opere in dialetto lombardo, premio intitolato a Felice Musazzi, fondatore della compagnia dialettale I Legnanesi e di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita e ricordato dalla figlia Sandra, che ha scelto le opere vincenti per la sezione dialetto lombardo.
Sezione C: narrativa a tema libero, premio intitolato ad Anacleto Tenconi, sindaco di Legnano nel dopoguerra, a cui si deve la ripresa del Palio nel 1952 con la collaborazione di monsignor Virgilio Cappelletti, che allora si chiamava Sagra del Carroccio, e primo gran priore di contrada dal 1971 al 1978.
Sezione D: narrativa a tema "il cavallo", premio intitolato a Oreste Albertalli, storico e celebre commerciante legnanese, nonché capitano di contrada nel 1971 e gran maestro del Collegio dei capitani, e ricordato dal nipote Giacomo Albertalli, capitano di contrada.
Sezione E: narrativa a tema Leonardo da Vinci, premio intitolato ad Augusto Marinoni, lessicografo, filologo, storico e accademico italiano, considerato uno dei maggiori studiosi di Leonardo da Vinci e nel 1968 nominato componente della Commissione ministeriale per l’edizione dei manoscritti di Leonardo da Vinci dal presidente della Repubblica Giuseppe Saragat. A ricordarlo la figlia, professoressa Maria Carla Marinoni, che ha scelto le opere a tema Leonardo da Vinci.
Sezione F, narrativa a tema "Non semel victor sed semper primus", riservata ai giovani degli istituti superiori, premio intitolato ad Arcangelo Roveda, da poco scomparso, assicuratore e uomo di Palio, che vanta due vittorie da capitano nel 1973 e nel 1979. Gran priore nell’anno 1983, insignito del riconoscimento della Commenda dell’Ordine del Santissimo Salvatore nell’anno 1997, ricordato alla cerimonia di premiazione dal figlio Luca.

Ecco chi erano i membri della giuria

A decretare i vincitori di questa edizione la giuria presieduta dal poeta, regista e operatore culturale Fabiano Braccini e composta da Sergio Breda e Ornella Venturini, ex dirigenti scolastici; dalle giornaliste Erika Innocenti e Jessica Urbani; dalle docenti Nuccia Corti Ardo e Antonella Ruggiero Scarpa; dalla psicologa Cinzia Dellavedova.

La classifica degli autori premiati

Sezione A - Poesia a tema libero: primo classificato "E quando…", Clelia Cavallo di Latiano (BR); secondo classificato "Come un vetusto tronco senza rami", Vittorio Di Ruocco di Pontecagnano (SA), terzo classificato "In quell’ombra di luce che mi siede accanto", Rita Muscardin di Savona, Premio Gran priore "La luna incontra l’alba", Giuseppe Aprile di Cuneo, menzione speciale "Le parole della poesia", Sergio Belvisi (Fagnano Olona); menzioni speciali "Cielo frantumato", Mara Penso di Mestre (VE), "Il poeta", Maurizio Rinaldi di Legnago (VE), "Casa mia", Bruno Coveli di Villalagarina (TR) e "Il dono", Flavio Provini di Milano.

SEZIONE B - Poesia nei vari dialetti d’Italia: primo classificato "Venessia la bela", Carla Noro di Vicenza; secondo classificato, "La lune l’è di gatt", Angela Cristina Broccoli di Corbetta (MI); terzo classificato, "Durciamara", Gaetano Catalani di Ardore Marina (RC); Premio giuria "Indua si", Carlo Ferraris di Mortara (PV); menzioni speciali "Sa libertade invisibile de su silentziu tou", Stefano Baldinu di San Pietro in Casale (BO) e "Finescia", Mario G. B. Tamburello di Cuggiono (MI).

SEZIONE B - Poesia in dialetto legnanese: primo classificato "F.Musaz Regord", Patrizia Ortalli di Valbrona (CO); secondo classificato "De per me", Teresina Formenti di Valletta Brianza (LE); terzo classificato "La bandera de la pàas", Osvaldo Codiga di Gordola Canton Ticino.

SEZIONE C - Narrativa in lingua italiana: primo classificato "L’algoritmo della vita", Ivana Saccenti di Pozzuolo Martesana (MI); secondo classificato "Quell’odore di latte" di Elisa Marchinetti di Noceto (PR); terzo classificato "Gianna", Silvia Zanetto di Legnano (MI); premio giuria "Il broplema", Alessio Baroffio di Rescaldina (MI); menzioni speciali "Una nuova parola", Giuseppe Borasi di Cadorago (CO), "La scatola di latta", Pierangelo Colombo di Casatenovo (LC).

SEZIONE D - Narrativa in lingua italiana a tema "Il cavallo": primo classificato "Giacomo dei cavalli", Angelo Eugenio Panzani di Milano;
secondo classificato "Roncinante" di Massimo Donini di Parabiago (MI); terzo classificato "Il tocco del silenzio", Donatella Godino di Legnano (MI); premio Gran dama, "Il cavallo con le ali", Paola Iotti di Reggio Emilia; premio Castellana, "La mia bionda", Ughetta Aleandri di Foligno (PG); premio Capitano "Palio infinito", Aldo Giordanino di Asti; premio Scudiero "Birba", Giuseppe Bruno di Brissogne (AO).

SEZIONE E - Narrativa a tema "Leonardo da Vinci": riconoscimento speciale a Marco Bottoni di Castelmassa (RO) con l’opera "Io che sono un uomo inutile".

SEZIONE F - Narrativa a tema "Non semel victor sed semper primus": riconoscimento speciale a Matteo Olivieri di San Benedetto del Tronto (AP) con l’opera "Patriottiche coincidenze nei secoli".

 

Nella foto di copertina: la premiazione di Giuseppe Aprile, insignito del premio Gran Priore nella sezione A per la poesia "La luna incontra l’alba"

 

4 foto Sfoglia la gallery