Cultura
Poesia

Premio Tirinnanzi: ecco le finaliste, ora la parola passa alla giuria popolare

Sarà il pubblico a decretare la vincitrice del "Città di Legnano" tra Elisa Donzelli, Carmen Gallo e Laura Pugno. Per la sezione Dialetto saranno premiate Ornella Fiorini e Daniela Raimondi. Il premio alla carriera andrà a Umberto Fiori.

Premio Tirinnanzi: ecco le finaliste, ora la parola passa alla giuria popolare
Cultura Legnano e Altomilanese, 20 Ottobre 2021 ore 10:51

Premio Tirinnanzi, sabato 23 ottobre 2021 la manifestazione conclusiva della 39esima edizione dell'iniziativa organizzata dal Comune di Legnano, dall'associazione culturale Famiglia Legnanese e dalla Fondazione Tirinnanzi.

Premio Tirinnanzi: in finale Elisa Donzelli, Carmen Gallo e Laura Pugno

L'appuntamento è fissato per le 17 al Teatro Tirinnanzi di piazza 4 Novembre e, compatibilmente con le normative anti Covid, è aperto al pubblico. Valutate le 188 opere poetiche a concorso, dopo ampia discussione la giuria presieduta da Franco Buffoni e composta da Uberto Motta e Fabio Pusterla ha designato finaliste della sezione Italiano del Premio 2021: Elisa Donzelli, con "album", Edizioni Nottetempo; Carmen Gallo, con "Le fuggitive", Edizioni Nottetempo; Laura Pugno, "Noi", Amos Edizioni. Come da bando, sabato 23 le finaliste saranno presenti a teatro e sarà la giuria popolare con il proprio voto e designare l’opera vincitrice. Tutti i presenti in sala potranno votare su apposite schede, che poi saranno scrutinate in diretta alla presenza di un notaio.

Ecco i vincitori della sezione Dialetto e del Premio alla carriera

Per la sezione Dialetto il premio sarà invece consegnato a Ornella Fiorini e Daniela Raimondi, per "Furestér", Edizioni Puntoacapo. Nella medesima occasione sarà poi consegnato il premio alla carriera a Umberto Fiori "per la più che cinquantennale attività svolta in campo artistico e culturale, che lo ha visto transitare dall’impegno come strumentista e interprete negli anni Sessanta e Settanta nel gruppo degli Stormy Six all’originale esordio in poesia negli anni Ottanta, poi rafforzato da successivi e sempre accattivanti libri di poesia, sino a giungere all’Oscar Mondadori che ha raccolto l’intera sua opera poetica. Notevoli anche per originalità e nitore le sue opere narrative".