RESCALDINA

“Inchiostro e memoria”: ecco i vincitori del concorso letterario dell’Anpi FOTO

La cerimonia si è svolta sabato 17 ottobre nell'auditorium del paese. Tanti i partecipanti, giovani e adulti, provenienti da 14 regioni e dalla Svizzera.

“Inchiostro e memoria”: ecco i vincitori del concorso letterario dell’Anpi FOTO
Legnano e Altomilanese, 17 Ottobre 2020 ore 20:55

“Inchiostro e memoria”: ecco i vincitori del concorso letterario dell’Anpi di Rescaldina. La cerimonia si è svolta sabato 17 ottobre nell’auditorium del paese; tanti i partecipanti, giovani e adulti, provenienti da 14 regioni e dalla Svizzera.

“Inchiostro e memoria”: ecco i vincitori del concorso letterario

Grande partecipazione alla cerimonia di premiazione della sesta edizione del concorso letterario nazionale di narrativa e poesia “Inchiostro e memoria“, indetto dall’Anpi di Rescaldina per celebrare il 75esimo anniversario della Liberazione. L’evento si è svolto, sabato 17 ottobre, nell’auditorium del paese; numerosi gli scrittori in gara, giovani e adulti, provenienti da 14 regioni e dalla Svizzera.
La prima a prendere la parola è stata la presidente dell’Anpi di Rescaldina Maria Grazia Pierini: “È un periodo difficile però come diceva Carla Nespolo, prima presidente donna dell’Anpi nazionale, scomparsa il 4 ottobre, ‘facciamo sì che da questa tragedia nasca una società più giusta; ci salveremo solo se sapremo stare uniti’. Nonostante le difficoltà, ha prevalso il desiderio di non arrenderci, di organizzare questa premiazione, che ci consente di far conoscere i nostri valori antifascisti e antirazzisti, di libertà e democrazia, sempre con il filo conduttore della memoria”.
A guidare la manifestazione Roberto Curatolo, presidente della giuria della sezione narrativa, affiancato da Roberto Cenati, presidente dell’Anpi provinciale di Milano, dal sindaco di Rescaldina Gilles Ielo e dall’assessore alla Cultura Elena Gasparri. Presente anche Vilma Cozzi, dello Spi Cgil Ticino Olona; l’attrice Federica Toti ha letto alcune delle opere premiate.
“Nespolo, appassionata dei temi dell’antifascismo e della Resistenza, ha lottato fino all’ultimo contro la malattia – racconta Cenati – Era una persona in grado di ascoltare, una dote notevolissima in una società in cui lo si fa sempre meno. Uno dei richiami più forti della Resistenza è il valore della solidarietà, il concepire la libertà in funzione degli altri, che deve essere al centro delle nostre iniziative in questa fase terribile di pandemia, cercando di creare un’empatia sociale. Cosa è rimasto di vivo della Resistenza? Il monito di contrastare i nazionalismi e le derive xenofobe e razziste; la missione dell’Anpi è quella di combattere questi fenomeni con una grande controffensiva di carattere storico e culturale, risvegliando le coscienze dall’apatia e dall’indifferenza. I problemi del Paese si risolvono attraverso la democrazia, la cultura e la Costituzione, che ci guida come un faro”.

Sezione narrativa over 16

1° premio di 300 euro a: “Memorie dell’armadio” di Carola Cestari di Milano.
2° premio di 150 euro a: “Il giorno più lungo” di Tullio Bugari di Jesi (AN).
Menzioni d’onore a: “Santiago 1976” di Ivan Vaghi di Solbiate Olona (VA); “Iris e Luciana” di Luciano Mastellari di San Vittore Olona (MI); “La piuma” di Tancredi Bendicenti di Roma; “La regola di Barbera” di Virginia Giovani di Luserna San Giovanni (TO), “Ancora un po’ a sinistra” di Maurizio Asquini di Novara.
Menzioni speciali a: “Soltanto un lupo” di Gabriele Andreani di Pesaro; “La storia siamo noi” di Davide Palmarini di Sesto Calende (VA); “Un filo rosso” di Anna Bossi di Galliate (NO); “Il pascolo dei ricordi” di Pino Bravin di San Vittore Olona (MI); “La voce del muto” di Emanuele Rizzi di Frabosa Sottana (CN); “Addio miei cari amici” di Giancarlo Restelli di Legnano (MI); “La confessione” di Roberto Guaglianone di Saronno (VA); “Diamante” di Marco Speciale di Monza.
Menzioni speciali per la testimonianza partigiana di significativa rilevanza storica a: “Era mio nonno paterno, Domenico, per tutti Minot” di Fabrizio Gramigni di Torino; “Ponce all’acqua” di Maria Gemma Girolami di Cislago (VA).
Premio della giuria per l’originalità del testo a: “Il vecchio e il bambino. Parte seconda” di Rosario Comizzoli di Secugnago (LO).
Premio della giuria per un racconto di Fantaresistenza a: “Il giorno della rivolta” di Matteo Pioppi di Bologna.
Premio della giuria per un racconto al femminile a: “La storia siamo noi” di Patrizia Martini di Pombia (NO).
Menzione speciale per la rievocazione d’epoca a: “Parlassero le pietre” di Enza Istella di Scandiano (RE).

Sezione poesia over 16

1° premio di 300 euro a: “Non fummo gentili pur avendo ragione” di Rita Imperatori di Perugia.
2° premio ex-aequo di 150 euro a: “Ve lassi ‘l mè pòst” di Enrico Sala di Albiate (MB) e “Cronaca della disperazione” di Vittorio Di Ruocco di Pontecagnano (SA).
Menzioni d’onore a: “Genova (Pilastrhu 1)” di Alfredo Panetta di Settimo Milanese (MI); “In attesa di stelle” di Giovanni Bottaro di Pisa; “Venne un cavallo” di Rosanna Spina di Venturina Terme (LI).
Menzioni speciali a: “Via D’Amelio” di Flavio Provini di Milano; “Alla curda” di Alessandro Gualandris di Bergamo; “Patto d’amore” di Vincenzo D’Ambrosio di Oleggio (NO); “La mia libertà” di Laura Barone di Milano; “Così se ne va” di Luigi Maffezzoli di Busto Garolfo (MI); “Siamo come l’erba” di Elisabetta Liberatore di Pratola Peligna (AQ); “Mani intrecciate” di Aurora Cantini di Aviatico (BG).

Premio speciale “Anna Maria Mozzoni”

A cura dell’Amministrazione comunale, 100 euro a: “1944 L’estate crudele” di Lisa Brondi di Castiglione del Lago (PG). “Appoggiamo il premio Mozzoni, cittadina rescaldinese e pioniera dei diritti civili delle donne, perché la figura di queste ultime è fondamentale – afferma l’assessore Elena Gasparri – Essendo mamma di un bambino di un anno, vi racconto due episodi emblematici: il nonno ha comprato per mio figlio una scopa giocattolo e su questa c’era scritto ‘per bambine’; sulle istruzioni per un dispositivo al naso, sempre di mio figlio, ci si riferiva solo alla mamma. Questi esempi ci fanno capire che c’è ancora molta strada da fare per raggiungere la parità di genere; le parole fanno la differenza, veicolano un messaggio, bisogna ripartire anche dal lessico per portare avanti le lotte delle donne del passato“.

Sezione narrativa e poesia under 16

1° premio ex-aequo di 150 euro in buoni libro a: “Alba d’immigrazione” di Gabriel Tagliabue di Cureglia (Svizzera); “Diritto di essere” di Denise Gjoka di Finale Ligure (SV).
Menzioni d’onore a: “La libertà” di Jacopo Petoletti di Rescaldina (MI); “E le donne partigiane” di Fabrizio Valenti di Ficarazzi (PA); “Come te, nonna” di Silvia Attianese di Torremaggiore (FG); “Una poetessa è un’idea” di Aurora Maffeis di Villa di Serio (BG); “Nel mio cuore” di Martina Mazzoleni di Scanzorosciate (BG).

 

LE FOTO:

17 foto Sfoglia la gallery

 

 

TORNA ALLA HOME

 

 

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia