Corbetta

Oasi felina, bando deserto, il Comune lo fa a suo spese

La reazione di Amici dei Mici, che sta smantellando il rifugio.

Oasi felina, bando deserto, il Comune lo fa a suo spese
Cultura Magenta e Abbiategrasso, 16 Luglio 2021 ore 11:13

E' andato deserto il secondo bando per la creazione di un'oasi felina. Le condizioni poste sono risultate inaccettabili per le associazioni di volontariato, che non si sono presentate.  Il sindaco ha annunciato che, alla luce della poca attenzione di altri Comuni sul tema, farà l'opera a sue spese, bandendo poi la gestione.

Oasi felina, bando deserto, il Comune lo fa a suo spese

Marco Ballarini non ha mancato di stuzzicare altri Comuni e organi politici che si erano spesi in difesa dell'associazione Amici dei Mici, senza però tuttavia trovare soluzioni. Ha inoltre ribadito vicinanza alle associazioni del territorio che si occupano di randagi. Ha anche ricordato di aver concesso la proroga all'associazione sfrattata perchè si trovava a Soriano abusivamente.

La reazione di Amici dei Mici

Amici dei mici hanno regaito così: "Due bandi andati deserti danno contezza del fatto che tutte le associazioni hanno ritenuto impossibile partecipare. Due bandi comportano fatica e impegno a coloro che li hanno scritti e vedono il loro lavoro vanificato. Ma allora perché non creare seri tavoli di confronto, come tra l’altro già chiesti anche dalle altre associazioni del territorio, ognuno con le proprie competenze e con la volontà di trovare una soluzione percorribile, abbandonando il protagonismo individuale per arrivare ad un progetto serio e realizzabile? Perché non creare sinergie con i Comuni del territorio, come suggerito più volte durante i nostri incontri, per trovare accordi e giungere alla soluzione di un problema che, effettivamente, non riguarda la sola amministrazione di Corbetta? E ancora, perché serve sempre arrivare all’emergenza per attivare chi ci governa? Se i politici ci usano per fare passerella noi li accogliamo perché, a quanto pare, serve il clamore delle trombe per vedere accadere qualcosa. Ma vogliamo ricordare che noi ci occupiamo di gatti e non facciamo politica, la nostra bandiera è arcobaleno, tutti coloro che aiutano e collaborano sono i benvenuti. Ad ogni modo la realizzazione comunale di una Oasi felina è molto apprezzabile e ci auguriamo che in futuro possa essere replicato da altre pubbliche amministrazioni. Ma siamo ancora alle parole, quindi per il bene dei gatti e di tutte le associazioni seguiremo con attenzione i fatti che verranno. Saremo più che felici nel vedere realizzate queste opere di pubblico utilizzo in aiuto ai nostri amici animali. Quindi auguriamo a tutti buon lavoro e serio impegno. Noi proseguiamo con la demolizione e la ricerca"