San Vittore Olona-Legnanese

Musulmani e cristiani parlano della pandemia su zoom: continua l’amicizia

è in programma questo pomeriggio l'incontro on line "Un abbraccio virtuale" organizzato dall'associazione culturale della Fratellanza (con sede a San Vittore Olona), tra i partecipanti anche l'ex parroco sanvittorese don Davide Bertocchi

Musulmani e cristiani parlano della pandemia su zoom: continua l’amicizia
Cultura Legnano e Altomilanese, 19 Dicembre 2020 ore 10:44

Musulmani e cristiani parlano della pandemia su zoom: è in programma questo pomeriggio l’incontro on line “Un abbraccio virtuale” organizzato dall’associazione culturale della Fratellanza (con sede a San Vittore Olona), tra i partecipanti anche l’ex parroco sanvittorese don Davide Bertocchi.

Musulmani e cristiani parlano della pandemia su zoom

“Un abbraccio virtuale”: è questo il titolo della serata, ovviamente on line, che vedrà cristiani e musulmani confrontarsi sull’emergenza sanitaria e sulla fede. L’iniziativa, in programma questo pomeriggio, sabato 19 dicembre 2020, alle 17, su zoom, è organizzata dallassociazione culturale della Fratellanza (che raccoglie persone di fede musulmana e ha sede a San Vittore) e vedrà la partecipazione del presidente Mustapha Laabadi, dell’ex parroco sanvittorese don Davide Bertocchi, del prete degli oratori di Gratosoglio di Milano don Giovanni Salatino e dell’Imam del centro culturale di Gratosoglio Abderrahman Missaoui.
Un incontro nato dall’amicizia nata tra l’associazione e don Davide, ad esempio, che negli anni in cui era a San Vittore (ora si è trasferito in provincia di Napoli) ha accettato spesso e volentieri gli inviti di Labaadi per festeggiare insieme la fine del Ramadan e il Natale.
“In questi mesi stiamo attraversando una situazione difficile, siamo stati chiusi in casa dovendo così adattare tutte le nostre attività e nell’incontro parleremo di come ciò ha influito nelle vite dei fedeli – spiega Laabadi – Inoltre, affronteremo il tema delle nuove sfide e di come si è fatta fronte a questa situazione, come sono state le festività durante questi momenti, come Pasqua e il Ramadan, quali compiti hanno avuto e sono toccati alle guide spirituali. Dialogheremo poi sui cambiamenti drastici sulla quotidianità delle persone, chiedendoci se si potrà ripristinare la normalità o optare per una ‘nuova normalità’. Questa emergenza ha portato alla luce nuove esigenze? Un nuovo modo di vedere e vivere la propria fede? Abbiamo avuto modo di riflettere e interrogarci sulle vere priorità: che ruolo ha avuto il dialogo interreligioso in questo ambito? Che valore aggiunto può dare al senso di unità e umanità tra i fedeli di ogni credo?”.
Don Davide è contento dell’iniziativa: “Proseguiamo nella nostra amicizia e condivisione – afferma il sacerdote – Non potendo essere vicini, lo faremo on line. E’ un’idea molto bella, un abbraccio virtuale per confrontarci su questo periodo non facile e per dare un esempio di pace e per ricordare come le diverse esperienze in dialogo possano dare segnale di speranza e di luce in questo tempo di grande difficoltà mondiale. In questi momenti occorre stare a distanza, ma abbiamo dei modi per “avvicinarci”: mantenere questo legame è un bellissimo regalo e ci fa capire come, ancor di più oggi, che per volerci bene occorre stare distanti, ma rimanendo uniti”. Ci sarà spazio poi per l’intervento del pubblico che può partecipare (per informazioni: associazione culturale della Fratellanza).
san vittore musulmani e cristiani parlano della pandemia via zoom la fratellanza

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità