Menu
Cerca
L'iniziativa di Poste italiane

Morimondo, annullo filatelico per i 150 anni del Comune

Poste Italiane celebra i 150 anni del Comune di Morimondo con un annullo filatelico e alcune cartoline in edizione limitata

Morimondo, annullo filatelico per i 150 anni del Comune
Cultura Magenta e Abbiategrasso, 12 Marzo 2021 ore 14:34

Poste Italiane celebra i 150 anni del Comune di Morimondo con un annullo filatelico e alcune cartoline in edizione limitata

Morimondo, annullo filatelico per i 150 anni del Comune

Morimondo è uno dei Comuni della Lombardia scelti da Poste Italiane per presentare ai cittadini i temi della filatelia e della scrittura legati alle tradizioni e al patrimonio culturale della comunità. A questo scopo è stato realizzato un annullo filatelico per celebrare i 150 anni di storia del Comune, che fino al 12 marzo del 1871 era denominato Coronate.

La cerimonia all’ufficio postale

La cerimonia di bollatura si è tenuta questa mattina presso l’ufficio postale di Morimondo in via Corte dei Cistercensi, alla presenza del vicesindaco Marco Andrea Iamoni, dell’assessore Alberto Gelpi e del direttore della filiale Milano 4 Ovest di Poste italiane, Massimo Sismondini.

Morimondo: “morire alle cose del mondo”

L’annullo riproduce lo stemma comunale che mette in risalto l’importanza storica e religiosa del Comune per l’inserimento delle figure araldiche del pastorale, della mitra e della spada. Nella seconda parte del troncato, la figura del globo terrestre sormontata da una croce fa riferimento al significato del toponimo di Morimondo,”morire alle cose del mondo”, l’atteggiamento del monaco che dedicava la sua vita alla ricerca di ciò che più conta, i valori spirituali rispetto a quelli materiali di questo mondo terreno.

Le cartoline in edizione limitata

Per l’occasione sono state pubblicate cartoline in edizione limitata che raffigurano l’abbazia cistercense in stile romanico con influenze gotiche che risale al XII seceolo in uno scatto notturno. Saranno disponibili presso l’ufficio postale i francobolli celebrativi della serie “Radici Cristiane d’Europa” emessi nel 2009 che rappresentano i Santi Patroni d’Europa: SS Cirillo e Metodio, S. Brigida di Svezia, S. Benedetto da Norcia, S. Caterina da Siena, S. Teresa Benedetta della Croce a valorizzare la marcatura della cartolina.

L’impegno di Poste italiane per i piccoli Comuni

Spiega una nota di Poste italiane: “L’iniziativa di Morimondo è parte del programma dei nuovi impegni per i Comuni italiani con meno di 5mila abitanti ed è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate. La realizzazione di tali impegni è consultabile sul sito web www.posteitaliane.it/piccoli-comuni. Questa iniziativa segna una nuova tappa nel dialogo e nel confronto con Poste Italiane e avvicina ancora di più l’Azienda al territorio, seguendo un percorso fatto di impegni reali, investimenti e opportunità concrete, al servizio della crescita economica e sociale del Paese. L’iniziativa è coerente con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese”.

Il timbro depositato al Museo storico della comunicazione di Roma

Il timbro figurato sarà disponibile presso l’ufficio postale di Morimondo venerdì 12 marzo e per i centoventi giorni successivi all’evento presso l’ufficio postale di Ozzero in piazza della Libertà 11. Il timbro sarà depositato presso il Museo Storico della Comunicazione di Roma per entrare a far parte della collezione storico postale.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli