Mini Biblioteche Gratuite per salvare la lettura a Lainate

Una proposta dei rappresentanti di Lainate Civica e del Partito Democratico.

Mini Biblioteche Gratuite per salvare la lettura a Lainate
Cultura Rhodense, 07 Febbraio 2020 ore 10:36

Lo scorso 15 gennaio nella piattaforma ecologica di Lainate, sono stati trovati un centinaio di libri tra i più significativi della cultura del Novecento (opere di Amos Oz, Isabel Allende, Primo Levi, Italo Svevo, Marguerite Duras, etc.) ammassati nel cassone della carta. Il progetto Mini Biblioteche Gratuite vuole salvaguardare la letteratura con la speranza che questo episodio non si ripeta.

Mini Biblioteche Gratuite per salvare la lettura

Su proposta dei rappresentanti di Lainate Civica e del Partito Democratico la Commissione Cultura ha
approvato un progetto per la realizzazione di “Mini Biblioteche Gratuite” sparse in punti strategici del
territorio comunale (parchi, fermate degli autobus, centro cittadino, etc.). Si tratta di piccole casette di legno colorato, capaci di contenere una ventina di libri.

Un progetto con radici oltre oceano

Sono sorte per la prima volta nel 2009 negli Stati Uniti col nome di "Little Free Libraries" e si sono affermate diventando un'organizzazione senza fini di lucro con l'obiettivo di incentivare la lettura nei quartieri e nelle città. Sono diventate in poco tempo un fenomeno culturale (due registi hanno girato dei documentari a tema e a Manhattan, l'Architectural League of New York ha realizzato una decina di piccole biblioteche, vere e proprie opere di design) e un movimento globale con circa quarantamila micro biblioteche attive e sparse in tutto il mondo.

Iniziativa già conosciuta nei paesi limitrofi

Anche nel nostro territorio c'è da qualche anno una casetta dei libri a Nerviano, all'ingresso del paese.
Un'esperienza simile è stata realizzata da un gruppo di volontari a Legnano in accordo con la piattaforma
ecologica e col Comune allo scopo di recuperare i libri che altrimenti le persone butterebbero nei cassoni
della carta. All'entrata della piattaforma c'è un cartello che avverte di depositare in appositi contenitori i libri, che i volontari tutti i giorni vanno a ritirare per portarli in vari punti della città (bar, negozi, farmacie, etc.) che hanno aderito all'iniziativa.

Un progetto che unisce esperienze diverse

Il progetto proposto da Lainate Civica e dal PD di Lainate mira a inglobare entrambe le esperienze grazie al coinvolgimento della locale Associazione Commercianti. La speranza è che, dopo l'approvazione all'unanimità del progetto in Commissione Cultura, apprezzato anche dall'assessore Maddonini presente alla riunione, venga fatto proprio dall'amministrazione comunale di Lainate.

Le parole dei consiglieri Pd

“Siamo convinti che il nostro ruolo sia anche quello di presentare e proporre progetti e idee che possano
essere realizzati nella nostra Città. Crediamo molto in questo progetto sia in ambito culturale ma anche come iniziativa di coinvolgimento e supporto delle attività commerciali di vicinato che in questo ultimo periodo stanno vivendo un periodo difficile”

Dichiarano i due consiglieri del PD Sara Rubino e Andrea Pinna.