Cultura
Talento

La super studentessa di Giurisprudenza premiata dalla Fondazione Italia-Usa

E' tra i mille studenti eccellenti d’Italia e ha avuto accesso ad un master della Fondazione Italia-Usa

La super studentessa di Giurisprudenza premiata dalla Fondazione Italia-Usa
Cultura Bollatese, 11 Dicembre 2022 ore 12:00

Quando c’è del talento è inutile nasconderlo: Fabiana Piccardi, classe 1998, di Novate Milanese è tra i mille studenti eccellenti d’Italia e ha avuto accesso ad un master della Fondazione Italia-Usa.

Fabiana Piccardi

Ha conseguito a maggio all’università Statale di Milano una laurea ciclo unico in Giurisprudenza in 4 anni, ottenendo la massima votazione, 110 e lode su 110. Mancava il bacio accademico, ma l’impegno l’ha premiata da lì a poco:

"Quando ho inviato la domanda di laurea dovevo iscrivermi ad “Almalaurea”, un portale che raccoglie tutti i miei risultati accademici e anche lavorativi. Attraverso questa mia pagina personale la Fondazione Italia-Usa mi ha trovata e mi ha premiata, dandomi la possibilità di partecipare a un master di “Leadership per relazioni internazionali del made in Italy”".

Tra i mille studenti eccellenti italiani

Grazie a un algoritmo è passata da essere una delle studentesse più brillanti dell’Unimi, tra i più eccellenti d’Italia: "La Fondazione, infatti, riesce a selezionare gli studenti migliori attraverso un algoritmo che tiene conto chiaramente del voto di laurea, ma anche di quelli dei singoli esami e, soprattutto, in quanto tempo si è riusciti a concludere il percorso accademico".

"Una grande emozione"

Inevitabilmente, la studentessa novatese è rientrata in questa rosa di laureati eccellenti:

"Per me è stata una grande emozione, tra l’altro già avevo cominciato il tirocinio in Tribunale a Milano e pensavo fosse uno scherzo - ci ha detto - Per fortuna c’è la possibilità di seguire le lezioni in maniera sincrona e asincrona e riesco a fare tutto".

Fabiana sogna la magistratura

Fabiana vola alto e sogna di entrare nella magistratura:

"Ora sono nell’ufficio giudiziaria del Tribunale di Milano, ho un ruolo di supporto al mio magistrato affidatario, scriviamo le bozze dei diversi provvedimenti. C’è una bella interazione e il mio sogno è proprio diventare magistrato. Purtroppo so che è come scalare una montagna, ma farò di tutto per riuscirci".

Premiata anche dal Consiglio comunale novatese

Lei, che ha frequentato le scuole dell’obbligo in città e il liceo classico al Beccaria di Milano, ha incontrato la sindaca Daniela Maldini e in occasione dell’ultimo Consiglio comunale è stata premiata: «É stato molto bello, alla fine questa è la mia città e tutto è cominciato da qui».

Seguici sui nostri canali