L'ntervista

La storia di Daino: parabiaghese sul palco di Castrocaro

Dalla "musica quasi per gioco" fino al secondo posto al Festival di Castrocaro: ecco la storia del parabiaghese Daino.

La storia di Daino: parabiaghese sul palco di Castrocaro
Legnano e Altomilanese, 20 Settembre 2020 ore 10:30

La storia di Daino, ovvero Niccolò Dainelli, 21enne parabiaghese che si è aggiudicato il secondo posto al Festival di Castrocaro.

La storia di Daino

Daino, all’anagrafe Niccolò Dainelli, parabiaghese classe 1999, è stato tra i protagonisti dell’emozionante finale del Festival di Castrocaro che si è svolto a fine agosto e che ha tenuto i suoi concittadini – e non solo – incollati alla tv.
Un festival che lo ha visto raggiungere con successo il secondo posto – primo se si considerano solo i voti della giuria – ma Dainelli è approdato nel mondo della musica già da piccolissimo.

Il suo racconto

“Ho iniziato a suonare quasi per gioco – ha raccontato il 21enne parabiaghese – A meno di 10 anni suonavo il clarinetto (che poi continuo a suonare, com’è successo al Festival di Castrocaro), ma ho iniziato ai tempi del liceo a scrivere canzoni. A livello musicale ho comunque continuato a seguire la mia strada, frequentando anche il Conservatorio. Ai tempi delle scuole superiori mi dedicavo a scrivere pensieri, piccole poesie e sono giunto a comporre le canzoni che poi eseguo. Mi è sempre piaciuto scrivere quei versi che poi canto, perché è un modo per parlare di quello che mi succede, per esprimere le mie emozioni e condividerle con chiunque abbia voglia di ascoltarmi. L’anno scorso sono riuscito a far uscire tre singoli: ‘Cemento’, ‘Glovo’ e ‘Ragazzi nuovi’. Quei testi rappresentavano tutti un momento particolare della mia vita”.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia