Cultura

La giovane cantante milanese Valentina Brozzu vince il primo contest organizzato da Arcichedonne

Numerose persone alla fase finale svoltasi all’Arci-Adua di via Terrazzano

La giovane cantante milanese Valentina Brozzu vince il primo contest organizzato da Arcichedonne
Cultura Rhodense, 08 Ottobre 2022 ore 15:08

«Al ritmo delle donne», per dar voce alle donne e per parlare dei loro diritti

Il primo fine settimana di ottobre ha fatto da cornice al primo contest organizzato da Arcichedonne: «Al ritmo delle donne», per dar voce alle donne e per parlare dei loro diritti. Sabato le nove cantautrici protagoniste, Giuliana, Sam Delacroix, Laura Sirani, Alice Isnardi Vea, Frensis, Valentina Brozzu, Chiara White, Marilì, hanno avuto come palcoscenico per la semifinale la bellissima piazza San Vittore.

Una giuria con comi di prestigio

Dopo le esibizioni, la giuria composta da Sabina Villa, attrice e regista, Massimiliano Mancia, direttore artistico, Eugenia Canale, pianista di jazz, Roberto Ivaldi, docente di canto internazionale e Giuliana Mei, cantautrice, ha selezionato le sei cantautrici per la finale di domenica presso l’Arci Adua.

Prima della finale musicale una conferenza stampa sull'importanza delle donne in campo musicale

Domenica, dopo la conferenza di Laura Pescatori, scrittrice e speaker, sull’importanza delle donne in campo musicale, la madrina della serata Cristina Nico ha aperto il contest con un breve concerto. Dopo le esibizioni delle finaliste, le quali hanno portato due canzoni a testa, la giuria composta da Anna Prada, organizzatrice di eventi, Francesco Paracchini, direttore, Marian Trapassi, artista e cantautrice, Davide Berardi, artista e cantautore e Adriana Comes, direttrice artistica, ha decretato la vincitrice della prima edizione: la ventitreenne milanese Valentina Sbrozzu, con i brani «Sbronza» e «Dinamite».

"Grazie a questa vittoria vivrò con più sicurezza le mie canzoni e il mondo della musica"

«Sono molto felice di questa vittoria, che non mi aspettavo, perché le altre artiste erano molto brave e avevano tutte qualcosa da dire, e per questo la mia vittoria la dedico a loro. Ora avrò più consapevolezza, grazie anche alle parole delle persone della giuria e ai consigli da parte di artisti più grandi di me. Vivrò con più sicurezza le mie canzoni e il modo di fare musica». Paola Cassani, Laura B e le Arcichedonne sono uscite esauste ma soddisfatte dal loro primo contest, grazie anche al contributo del maestro Nicola Gallo. Presente l’assessora alle Pari Opportunità Alessandra Borghetti. «Livello altissimo per le esibizioni delle cantautrici e grande partecipazione. Arcichedonne ha organizzato un evento curato in ogni particolare usando la musica come strumento di comunicazione».

arichedonne 1
Foto 1 di 3
arichedonne 2
Foto 2 di 3
arichedonne 3
Foto 3 di 3
Seguici sui nostri canali