Parabiago

La bellezza ci salverà: il progetto dell’Istituto di via IV Novembre

Una proposta creativa che guarda al futuro e alla ripartenza quella messa in campo dalla scuola di via IV Novembre a Parabiago: "La bellezza ci salverà".

La bellezza ci salverà: il progetto dell’Istituto di via IV Novembre
Legnano e Altomilanese, 19 Maggio 2020 ore 16:29

“La bellezza ci salverà”: questa la proposta creativa dell’Istituto scolastico di via IV Novembre a Parabiago.

“La bellezza ci salverà”

“Dal 23 febbraio ci siamo trovati catapultati in una realtà diversa, difficile, inaspettata, che ci ha messo alla prova e ci ha fatto scoprire valori forse troppo spesso dimenticati o dati per scontato – hanno scritto dalla scuola parabiaghese – In questa nuova realtà determinata dal Covid-19, gli alunni dell’IC Via IV Novembre di Parabiago hanno iniziato a frequentare le lezioni in modalità DAD, come tanti loro coetanei, distanti, ognuno nella propria casa, senza dimenticare però la dimensione di comunità che ha sempre caratterizzato l’istituto”.

La proposta creativa

“Proprio questo senso di comunità, di comunità che collabora entusiasta, ha trovato espressione nella proposta
del Dirigente Scolastico prof.ssa Antonina Mirabile – hanno continuato dall’istituto – L’iniziativa, dal titolo “La bellezza salverà il mondo…doniamo un sorriso”, ha visto come protagonisti molti alunni, piccoli e grandi artisti, che sono diventati con i loro elaborati (disegni, video, foto, canzoni, racconti…) propagatori di messaggi di speranza: hanno così dato voce alla loro creatività per diffondere un raggio di luce in un momento così particolare”.

7 foto Sfoglia la gallery

Gli elaborati pubblicati

Poi hanno continuato spiegando il progetto: “La scuola, basandosi su una delle direttrici espresse all’interno del PTOF, ha scelto di raccontare, pubblicando sul proprio sito gli elaborati, la bellezza come motore rigenerativo, perché nulla come la bellezza, in tutte le sue forme ed espressioni, riesce a parlare un linguaggio universale e senza tempo. Proprio per questo l’iniziativa ha incontrato il consenso dei genitori, pronti a supportare i propri figli-artisti, e l’entusiasmo degli alunni. E come scrisse Giovanni Paolo II, nella lettera agli artisti del 1999, ‘di questo entusiasmo hanno bisogno gli uomini di oggi e di domani per affrontare e superare le sfide cruciali che si annunciano all’orizzonte’. L’entusiasmo di questi bambini e ragazzi deve essere uno sprone per noi tutti per ripartire”.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia