Menu
Cerca

Inconscio collettivo, la mostra di Carnaghi a Villa Brentano

Nella mostra a Busto Garolfo l'Artista guida i visitatori alla riscoperta delle immagini primordiali della storia dell’architettura.

Inconscio collettivo, la mostra di Carnaghi a Villa Brentano
Cultura Legnano e Altomilanese, 24 Ottobre 2018 ore 18:33

A Busto Garolfo arriva la mostra di Riccardo Carnaghi. Verrà inaugurata sabato 27 ottobre alle 21.

Inconscio collettivo, un'indagine sugli "archetipi"

Sulla scia della mostra personale che Riccardo Carnaghi sta svolgendo al Katara Art Center di Doha, in Qatar, il Comune di Busto Garolfo ospita negli spazi espositivi di Villa Brentano la mostra “Inconscio collettivo”. La mostra, che raccoglie alcune opere inedite raccoglie, sarà inaugurata sabato 27 ottobre alle 21. In questa sua personale, l’Artista, indagando il tema degli "archetipi", intende riscoprire le immagini primordiali che hanno caratterizzato la storia dell’architettura.

Le immagini primordiali

Nella psicologia analitica di C.G. Jung, l’archetipo è un contenuto dell’inconscio collettivo,  una sorta di prototipo universale per le idee, utilizzato dall'individuo per interpretare ciò che osserva e sperimenta. Da questa ipotesi deriva l’uso del termine ‘archetipo’ nella psicologia dell’arte, dove viene usato per indicare le “immagini primordiali” che determinano le forme tipiche costanti. Le opere di Riccardo Carnaghi riscoprono e analizzano proprio queste immagini, con l'obiettivo di fornire uno spunto riflessivo sulla progettazione di nuove architetture contemporanee.

Architettura e arte

L’architettura è arte? I confini tra i due ambiti disciplinari in effetti sono deboli e permeabili. Nell'Ottocento John Ruskin diceva: “Nessuna persona che non sia un grande scultore o pittore può essere un architetto. Se non è uno scultore e pittore, egli non può che essere un costruttore”. Tuttavia dal secondo dopoguerra in poi, con l'edilizia sconsiderata e priva di ogni carattere artistico che ha imbruttito le periferie, le due discipline hanno subito un’improvvisa scissione. Da quel momento pochi architetti sono stati in grado di ricucire questo strappo. Uno di questi è Riccardo Carnaghi, riuscito a far riemergere la componente artistica dell'architettura.

Gli orari della mostra

La mostra aprirà al pubblico sabato 27 ottobre alle 21.00 e sarà visitabile fino al 4 novembre con i seguenti orari:

  • sabato 27 e domenica 28 ottobre: 10.00 – 12.30 / 16.00 – 18.30;
  • giovedì 1 novembre: 10.00 – 12.30 / 16.00 – 18.30;
  • 3 novembre: 16.00 – 18.30.

inconscio collettivo

TORNA ALLA HOME PER ALTRE NOTIZIE