San Vittore Olona

“Il Centro servizi territoriale per l’autismo proseguirà nel ricordo di Lucio Moderato”

La promessa di Carmen Colombo Galli che insieme al luminare aveva avviato il progetto per bambini e loro famiglie

“Il Centro servizi territoriale per l’autismo proseguirà nel ricordo di Lucio Moderato”
Cultura Legnano e Altomilanese, 13 Dicembre 2020 ore 13:56

“Il Centro servizi territoriale per l’autismo proseguirà nel ricordo di Lucio Moderato”: la promessa di Carmen Colombo Galli sul servizio con sede a San Vittore Olona e aperto a tutto il territorio.

“Il Centro servizi territoriale per l’autismo proseguirà nel ricordo di Lucio Moderato”

La morte di Lucio Moderato, luminare sulla problematica dell’autismo, ha scosso tutti. A portarselo via è stato il Covid e ora arriva la promessa di Carmen Galli, ex presidente dell’Ente morale di San Vittore Olona e Cerro Maggiore che con Moderato aveva dato il via a un progetto di sostegno per i bambini (e loro famiglie) con questo disturbo del neurosviluppo mettendo in campo attività di counseling educativo-abilito e interventi abilitativi e sociali.
“‘Tutti insieme’ è un sogno che può essere realizzato nell’opera di ogni giorno e, in particolar modo deve essere la parola chiave in questo momento di grande sfida – ricorda Carmen Galli – Il mio sogno, il mio dono personale si è realizzato dall’1 dicembre a San Vittore Olona grazie all’incontro con il professor Lucio Moderato e grazie all’aiuto e alla collaborazione della Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, Associazione culturale Alcide de Gasperi e Lions Club di San Vittore Olona. Conoscere Lucio è stato un privilegio che ha arricchito il mio senso di umanità e umiltà nel rapporto con i più fragili. Grazie a Lucio per avermi dato l’opportunità di accostarmi a un mondo inusuale, ascoltare, capire chi lo abita e ricevere una grande lezione di vita. Grazie Lucio per essermi stato vicino, avermi dato l’opportunità di camminare accanto a te e concretizzare con i tuoi speciali collaboratori il Centro che ha iniziato a operare l’1 dicembre. Tu continuerai ad essere tra di noi e per quanto difficile sarà il cammino, ognuno continuerà ad operare in modo tale da raggiungere la vera inclusione nella società con percorsi che pongano al centro bambini, adolescenti con autismo e disabilità cognitiva, al fine di costruire una società sempre più inclusiva e sensibile al tema dell’integrazione delle persone”.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità