Menu
Cerca
legnano

I “Giovedì Letterari” della Contrada San Bernardino tornano ma... online

Ospite della serata di giovedì 7 maggio, il Professor Paolo Grillo

I “Giovedì Letterari” della Contrada San Bernardino tornano ma... online
Cultura Legnano e Altomilanese, 08 Maggio 2020 ore 10:25

I “Giovedì Letterari” della Contrada San Bernardino tornano, stavolta online. Ospite della serata di giovedì 7 maggio, il Professor Paolo Grillo che, guidato nel racconto da Amanda Colombo, ci parla del suo recente libro “ Le porte del mondo”, sottotitolo L’Europa e la globalizzazione Medievale.

I “Giovedì Letterari” della Contrada San Bernardino tornano ma... online

Le porte del mondo”, sottotitolo L’Europa e la globalizzazione Medievale. Con questo testo Grillo vuole farci conoscere i personaggi europei che sono andati a “scoprire” il nuovo mondo extra europeo. I latini già si muovevano negli spazi dei bacini occidentali e mediterranei ma nel ‘200 vedono affacciarsi in Europa i Mongoli, guidata da Gengis Khan, grandi curiosi di tutto ciò che li circonda. Questa grande espansione, che crea il più vasto impero, ma che poi inspiegabilmente arretra, ha un contrappunto nell’espansione europea verso est. Nel 1204, con la conquista di Costantinopoli si apriranno per i latini le porte del Mar Nero e quindi la porta d’accesso al cuore dell’Asia. Gli europei viaggiatori, avventurieri e grandi mercanti s’inseriscono in un nuovo mondo, dialogano con la corte mongola multietnica, vivace, piena di colori e molto rispettosa ed arrivano in Cina a scoprire un mondo, allora ricco ed avanzato, trovando sbocco per i loro commerci essendo, allora, molto competitivi; in pratica allora avvenne il contrario di quel che succede oggi, erano gli europei a fare dumping e a penetrare i mercati asiatici. Non solo inizia l’evoluzione del modo di viaggiare e della comunicazione ma anche l’arte e il commercio influenzeranno la cultura europea che ne rimarrà affascinata. Tutto ciò documentato dalle testimonianze giunte fino a noi, una per tutte il famosissimo “Milione” dettato dal veneziano Marco Polo, ad un romanziere pisano. In questa lettura a 360° però, non troviamo solo l’asse Europa – Cina; ma anche gli usi e costumi di vita quotidiana delle popolazioni Indiane e dell’Africa. Tutto ciò ha permesso un grande balzo culturale per gli europei. Questa stagione d’interconnessione con il mondo, finisce per due motivi: l’instabilità politica e l’epidemia di peste del 1300, che nasce nell’Asia Centrale e trova in queste carovane di viaggiatori il veicolo per diffondersi, una pagina di stretta attualità.

3 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME