RESCALDINA

“Fragilmente”, ecco il nuovo progetto sull’Alzheimer FOTO

L'iniziativa, che si basa su una collaborazione tra il Comune e l'associazione Spazio Ars di Legnano, è stata presentata sabato 10 ottobre a Villa Rusconi.

“Fragilmente”, ecco il nuovo progetto sull’Alzheimer FOTO
Legnano e Altomilanese, 10 Ottobre 2020 ore 20:30

“Fragilmente”, ecco il nuovo progetto sull’Alzheimer. L’iniziativa, che si basa su una collaborazione tra il Comune e l’associazione Spazio Ars di Legnano, è stata presentata sabato 10 ottobre a Villa Rusconi.

“Fragilmente”, ecco il nuovo progetto sull’Alzheimer

In occasione della Giornata mondiale della salute mentale è stato presentato a Villa Rusconi, sabato 10 ottobre, il progetto ‘Fragilmente. Chi si perde non è perduto’, in collaborazione tra il Comune di Rescaldina e l’associazione Spazio Ars di Legnano.
La presentazione del progetto è stata pensata come un viaggio, verso e dentro la fragilità della mente: la perdita dei ricordi, lo smarrimento, la richiesta di aiuto” afferma Fabio Giaquinto, consigliere di Vivere Rescaldina con delega alle Famiglie.
Prima tappa del viaggio la mostra con i lavori artistici realizzati dai malati di Alzheimer all’interno delle attività riabilitative e socializzanti proposte dall’associazione legnanese ‘A. per non dimenticare’. “Il laboratorio artistico è il risultato di una relazione, quella tra operatori, malati e familiari – spiega Fernanda Lombardi, vicepresidente di Spazio Ars – È un luogo dove si può esprimersi, rapportarsi, imparare qualcosa di nuovo ma soprattutto riconoscersi. Questa è una mostra che definisco sensibile, perché racconta le persone, i loro vissuti ma anche le relazioni che si instaurano in un gruppo; per noi non è importante il prodotto finale ma le emozioni”.
La seconda tappa ha portato i partecipanti sul palco immaginario di un teatro con il laboratorio teatrale tenuto da Sara Terlizzi, attrice e drammaterapeuta; infine, i presenti sono stati coinvolti nel gioco ‘Resca-memory’.

Il progetto

La terza tappa del viaggio è l’inizio di una nuova avventura… cos’è Fragilmente? “Il progetto parte proprio dall’idea di non lasciare solo chi si perde e le loro famiglie, cercando di dare informazioni sulla prevenzione e risposte concrete di aiuto – continua Giaquinto – Sono previste due fasi: la prima consiste nella proposta di un percorso informativo, organizzato in serate in cui esperti dialogheranno con noi di prevenzione della perdita di memoria, partendo dai primi segnali; parleremo di cura delle persone piuttosto che curare la malattia, parleremo delle artiterapie e del processo creativo come cura efficace che permetta un benessere, parleremo di come sia necessario imparare insieme un nuovo linguaggio per comunicare con le persone fragili ma anche tra noi, una modalità che riconosca i vissuti e gli stati emotivi, uno sguardo volto a ciò che c’è e non a ciò che manca o si è perduto. La seconda fase vedrà la nascita di laboratori di artiterapie come risposta concreta a chi voglia prendersi cura di sé, investendo sulla prevenzione, e a chi sente di poter riscoprire qualità e capacità inedite, oltre la propria fragilità”.
Il prossimo appuntamento con Fragilmente è previsto per giovedì 22 ottobre, alle 21 in auditorium a Rescaldina; interverranno Fernanda Lombardi e la dottoressa Carla Pettenati, geriatra e neurologa.

LE FOTO:

6 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia