Due amori storia di Renato Casarotto in scena a Castellanza

Appuntamento venerdì al teatro di via Dante: in scena la vita e le imprese del grande alpinista

Due amori storia di Renato Casarotto in scena a Castellanza
Cultura 01 Novembre 2017 ore 09:00

Due amori

Due amori in scena la storia di Renato Casarotto

Appuntamento venerdì 3 novembre alle 21 al Teatro di Via Dante. Il CAI – Sezione di Castellanza – con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura  presenta lo spettacolo teatrale Due Amori – Storia di Renato Casarotto. E' il racconto della  vita e delle imprese del grande alpinista, senza mai cadere nella retorica.

Viaggio alla scoperta delle montagne

Lo spettacolo teatrale ci porta quindi tra le montagne più belle della terra, ce le fa vedere, quasi toccare, senza tanti sforzi di fantasia ci fa essere la, in montagna, con Renato e Goretta. Sul palcoscenico, infatti, si racconta, magistralmente, l’amore che ha accompagnato Renato Casarotto lungo tutto il suo percorso di uomo e alpinista.

In scena la vita del grande alpinista

Si raccontano le sue avventure, i suoi pensieri, i momenti famigliari, le vittorie e le sconfitte ….. la sua vita! che, pur breve, è stata ed è un riferimento per tanti alpinisti, ma non solo, di ieri e di oggi. Dall’interpretazione degli attori emergerà quindi l’amore di Renato, intenso verso la sua compagna, dirompente verso le montagne che lo hanno accompagnato in ogni giorno della sua vita. Lo spettacolo Due Amori, ideato da Davide Torri e con la regia di Umberto Zanoletti, è un’iniziativa dell’Associazione Gente di Montagna e del Teatro Minimo di Ardesio.

Ecco le sue imprese

Renato Casarotto, nato nel 1948, è stato infatti tra i più forti alpinisti degli anni settanta e ottanta, famoso per le sue impegnative e difficili salite solitarie invernali sulle Dolomiti, sul Monte Bianco e per alcune nuove vie di ascensione sulle montagne in Patagonia, Perù e Karakorum. Ha perso la vita sul K2 il 16 luglio 1986, al termine di un tentativo di scalata dello sperone sud-ovest, la Magic Line, cadendo in un crepaccio a poca distanza dal campo base.