Cultura
Cerro Maggiore

La Divina Commedia nel presepe de Il Campanile

Presentato il nuovo capolavoro sulla Natività esposto nella piazza della frazione di Cantalupo: "Per promuovere l'umanità"

La Divina Commedia nel presepe de Il Campanile
Cultura Legnano e Altomilanese, 26 Dicembre 2021 ore 17:00

La Divina Commedia è il tema del tradizionale presepe di Cantalupo (frazione di Cerro Maggiore) realizzato dal circolo culturale Il Campanile.

La Divina Commedia tema della Natalità di Cantalupo

La Divina Commedia, il capolavoro di Dante Alighieri, rivive nel presepe (anch'esso un capolavoro) realizzato dal circolo culturale Il Campanile di Cantalupo, frazione di Cerro Maggiore, esposto in piazza. Si è celebrato il 25 marzo il Dantedì, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri - spiegano dal circolo - Sono passati più di 7 secoli, ma Dante continua ad assomigliarci: quest’uomo che nel viaggio della Divina Commedia per raggiungere la piena felicità scivola, incespica, sbaglia, sviene…ma non si perde mai d’animo. Che cosa ci insegna il poeta? La libertà. 'Libertà va cercando, ch’è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta', sono le parole che Virgilio rivolge a Dante a proposito di Catone, posto a guardia del Purgatorio, benché fosse ateo e per di più morto suicida, cosa che per il cristianissimo fiorentino non andava per niente bene. Tuttavia Catone si era tolto la vita per una ragione speciale: aveva preferito uccidersi piuttosto che rinunciare alla libertà politica abolita da Cesare. La libertà, dunque, vale quanto la vita. La sua perdita è pari, anzi è valutata peggiore rispetto alla propria fine".

Il presepe

"L’opera mostra che lo scopo della vita umana non è vincere, avere successo, conquistare posti di potere e pretendere che siano gli altri a cambiare - proseguono da Il Campanile - Per la Divina Commedia si è pienamente umani quando si cerca di condividere, servire ed evolvere vincendo il male con il bene, nella consapevolezza che per migliorare il mondo l’unico essere umano che possiamo cambiare siamo noi stessi. Abbiamo il progresso tecnologico e digitale ma di quello 'umano' se ne parla veramente poco. Raramente si parla di 'progresso umano' o di progetti volti a rendere 'più umane' le nostre relazioni interpersonali, sociali, politiche ed economiche. Leggere la Divina Commedia può rivelarsi un vaccino efficace per contrastare la pandemia dell’arroganza, dell’egoismo, della volgarità e della violenza aumentando il 'tasso di umanità' delle nostre relazioni".

Le foto:

8 foto Sfoglia la gallery