Cultura
Centro Civico Agorà

Cultura ad Arese: al via la nuova stagione teatrale

L’ingresso è sempre gratuito, ma potrebbe essere richiesta la prenotazione obbligatoria.

Cultura ad Arese: al via la nuova stagione teatrale
Cultura Rhodense, 02 Ottobre 2021 ore 11:51

Cultura ad Arese: al via la nuova stagione teatrale 2021-2022. Ad aprire i battenti sarà lo spettacolo di fiabe, musica e sand art "Fiabe d'Italia".

Cultura ad Arese: al via la nuova stagione teatrale

Al via la nuova stagione teatrale 2021-2022, con spettacoli che spaziano dal teatro amatoriale al teatro civile, passando per gli spettacoli per famiglie, i reading e le stand up.
Tutti gli spettacoli si svolgeranno al Centro civico Agorà nel rispetto della normativa anti Covid-19 vigente alla data dei singoli spettacoli.
L’ingresso è sempre gratuito, ma potrebbe essere richiesta la prenotazione obbligatoria.
Ad aprire i battenti sarà lo spettacolo di fiabe, musica e sand art "Fiabe d'Italia", ispirato alle più belle fiabe della raccolta "Fiabe italiane" di Italio Calvino e alcune tra le fiabe della tradizione italiana rivisitate da Roberto Piumini.

Le parole del sindaco e dell'assessore

"Grande è la soddisfazione di aprire un nuovo anno con una ricca stagione teatrale dedicata ai generi e alle tematiche più varie. Ad accoglierla sarà ancora una volta il nostro Centro Civico Agorà. Abbiamo cercato di offrire una rassegna di 12 appuntamenti teatrali che potessero incontrare le sensibilità e i gusti di tutti: dal teatro amatoriale al teatro civile, con l’obiettivo di sostenere ancora una volta le esperienze teatrali cittadine, promuovere giovani compagnie professionistiche e fornire spunti di riflessione in occasione di particolari ricorrenze. Spettacoli che abbiano la forza di far volgere lo sguardo e l'attenzione del pubblico in direzione della bellezza, dell'arte e di problemi ancora urgenti, che aspettano di assere affrontati con decisione e coerenza, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, ad esempio, o in occasione della Giornata in ricordo delle vittime delle mafie, che mortificano l'umanità. Non mancheranno anche spettacoli per i più piccoli, ad esempio per Halloween o per Natale. Ringraziamo l'ufficio Cultura e il CSBNO per questo sforzo comune nel far ripartire l'arte e la cultura dopo questi mesi difficili anche per il mondo dello spettacolo e speriamo che i nostri cittadini partecipino a questo cartellone fitto di appuntamenti”.