Menu
Cerca
zona gialla

Cosa fare a Milano: gli eventi del weekend (8 e 9 maggio 2021)

Una selezione di appuntamenti da non perdere per il weekend.

Cosa fare a Milano: gli eventi del weekend (8 e 9 maggio 2021)
Cultura Milano città, 08 Maggio 2021 ore 12:13

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Milano. Ecco i nostri consigli per sabato 8 e domenica 9 maggio 2021.

Cosa fare a Milano: gli eventi del weekend (8 e 9 maggio 2021)

Sabato 8 – La Primavera di Baggio

Foto pubblicata sul sito ufficiale Primavera di Baggio

La 9° edizione della Primavera di Baggio sarà inaugurata sabato 8 maggio con un magnifico programma di rarità per pianoforte e harmonium, una festa per i due nuovi strumenti recentemente arrivati in Chiesa Vecchia. Ospiti d’eccezione Emanuele Delucchi, Volha Karmyzava, Tatiana Larionova, Alberto Chines e Davide Cabassi.

L’appuntamento è nella Chiesa Vecchia di Baggio alle ore 18.00, l’ingresso sarà gratuito. Da non perdere!

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Tutti i sabati mattina – Mercatino biologico all’Isola

Dalle 9 alle 14 in via De Castillia, nel quartiere Isola, alla Stecca degli Artigiani 3.0, AIAB Lombardia organizza un Mercatino biologico con una ventina di deliziose bancarelle che vengono prodotti biologici. Ad aspettarvi ci saranno produttori bio e allevatori, sui banchetti vi tenteranno con frutta e verdura fresca (rigorosamente di stagione), formaggi staginati e freschi, pane cotto a legna, miele e marmellate.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Dal 6 maggio al 12 settembre – Mostra Les Citoyens

Come si legge sul sito della Triennale la mostra Les Citoyens, uno sguardo di Guillermo Kuitca sulla collezione della Fondation Cartier pour l’art contemporain presenta una selezione di 120 opere di 28 artisti della collezione dell’istituzione parigina, tra cui David Lynch, David Hammons, Francesca Woodman, Cai Guo-Qiang, Patti Smith, Agnès Varda, Artavazd Peleshyan. L’artista argentino Guillermo Kuitca crea un percorso espositivo basato su installazioni, dipinti, sculture, ceramiche, video e disegni che raccontano la figura umana nel suo rapporto con il mondo, indagando i concetti di collettivo, gruppo e comunità.
L’esposizione è una creazione globale in cui Guillermo Kuitca firma non solo la selezione delle opere ma anche il loro allestimento nello spazio, in risonanza con l’architettura di Triennale
Les Citoyens è il secondo progetto presentato nell’ambito del partenariato tra Triennale Milano e Fondation Cartier e rappresenta un’occasione per ricordare il ruolo centrale delle collezioni d’arte e di design e l’importanza di preservare la memoria per pensare il futuro.
CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Dal 5 marzo al 30 maggio – Mostra Naufraghi e naufragi di Barbara Pietrasanta

La mostra dell’artista Barbara Pietrasanta si sviluppa attorno al tema del naufragio come metafora della vita, come sentimento profondo e accidentale che pone gli esseri umani davanti alle questioni fondamentali dell’esistenza. L’esposizione è ospitata all’Acquario Civico di Milano e apre al pubblico con giorni e orari prefissati, accesso contingentato solo su prenotazione e con precise disposizioni volte a tutelare la sicurezza dei visitatori.
La rassegna, promossa dal Comune di Milano – Cultura, dall’Acquario e Civica Stazione Idrobiologica, a cura di Diego Pasqualin, rientra nel palinsesto “I talenti delle donne”, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dedicato all’universo delle donne, focalizzando l’attenzione di un intero anno – il 2020 – sulle loro opere, le loro priorità, le loro capacità.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Sabato 8 e domenica 9 – Il bosco di Oberon al Monte Stella con teatro e laboratori 

Presentato dal Teatro Laboratorio di Figura Pane e Mate in rete con il Comune di Milano (Municipio 8, Unità Case Museo e Progetti Speciali; CASVA), POLIMI – Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU), Accademia di Brera, Ananke Arts, e realizzato con il contributo della Fondazione di Comunità Milano onlus,  il progetto ASPETTANDO IL CASVA è nato con l’intento di realizzare la programmazione di attività necessarie alla valorizzazione e ad un utilizzo effettivo degli spazi all’aperto dell’ex mercato comunale di via Isernia, per garantirne una più ampia fruizione da parte della comunità, con una particolare attenzione al coinvolgimento delle fasce più deboli della cittadinanza. Naturalmente in attesa che il CASVA (Centro di Alti Studi sulle Arti Visive, ora al Castello Sforzesco) possa insediarsi nei suoi spazi come previsto.

L’inaugurazione alla cittadinanza è prevista per sabato 8 e domenica 9 maggio con questo programma:

-sabato 8 maggio dalle 10 alle 17 il Teatro Pane e Mate proporrà una serie di laboratori creativi aperti agli abitanti del quartiere. Si terrà inoltre un laboratorio musicale curato dal contrabbassista Tommaso Fiorini, una giornata di lavoro sul celebre tema della “Follia” nella versione di Handel, con un saggio finale del lavoro svolto

-domenica 9 maggio dalle 10 alle 17 il Teatro Pane e Mate proporrà la sua installazione I VIAGGI DI GIOVANNINO PERDIGIORNO, ispirata alla poetica di Gianni Rodari. È un percorso ludico all’aperto composto da dieci postazioni interattive rivolto a grandi e piccini. Ogni postazione conduce il viaggiatore a sperimentare esperienze diverse attraverso il gioco in un “viaggio di un giorno in dieci mondi” immaginari, tra realtà e fantasia. Sempre sabato 1 maggio, nel pomeriggio, organizzato dall’Associazione Mitoka Samba, si terrà il laboratorio MITOKA PER UN GIORNO: chiunque vorrà potrà provare gli strumenti dell’orchestra di percussioni brasiliane, sotto l’abile regia del maestro Jacopo Pellegrini.

Tutte le attività si svolgeranno all’aperto e nel rispetto delle linee guida anti covid vigenti.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Fino al 29 agosto 2021 – Mostra “PRIMA, DONNA.” di Margaret Bourke-White – Palazzo Reale 

La mostra ospitata a Palazzo Reale raccoglie, in una selezione del tutto inedita, le più straordinarie immagini realizzate da Margaret Bourke-White nel corso della sua lunga carriera. Accanto alle fotografie, una serie di documenti e immagini personali, video e testi autobiografici, raccontano la personalità di un’importante fotografa, una grande donna, la sua visione e la sua vita controcorrente.

Pioniera dell’informazione e dell’immagine, Margaret Bourke-White ha esplorato ogni aspetto della fotografia: dalle prime immagini dedicate al mondo dell’industria e ai progetti corporate fino ai grandi reportage per le testate più importanti come Fortune Life; dalle cronache visive del secondo conflitto mondiale ai celebri ritratti di Stalin e Gandhi, dal Sud Africa dell’apartheid all’America dei conflitti razziali fino al brivido delle visioni aeree del continente americano.

E’ possibile ammirare oltre 100 immagini, provenienti dall’archivio Life di New York e divise in 11 gruppi tematici – L’incanto delle acciaierieConca di PolvereLifeSguardi sulla RussiaSul fronte dimenticatoNei campiL’India, Sud AfricaVoci del Sud biancoIn alto e a casaLa mia misteriosa malattia – che, in una visione cronologica, rintracciano il filo del percorso esistenziale di Margaret Bourke-White e mostrano la sua capacità visionaria e insieme narrativa, in grado di comporre “storie” fotografiche dense e folgoranti.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Fino al 12 settembre 2021 – Mostra “DIVINE E AVANGUARDIE. Le donne nell’arte russa” a Palazzo Reale

A Palazzo Reale sono esposte circa 90 opere in larga parte mai esposte prima d’ora in Italia, in un racconto che si dipana attraverso 8 differenti sezioni e 2 grandi capitoli: da un lato la donna e il suo ruolo nella società con sante e madonne, imperatrici, contadine e operaie, intellettuali e madri ritratte dai grandi maestri: Il’ja Repin, Boris Kustodiev e Filipp Maljavin, il suprematista Kazimir Malevich e i maestri degli anni Dieci e Venti del Novecento, Aleksandr Dejneka, Kuzma Petrov-Vodkin, autore del ritratto della poetessa Anna Achmatova, solo per citarne alcuni. Dall’altro le donne artiste, “le amazzoni dell’avanguardia russa”, donne protagoniste di una atmosfera culturale, storica e sociale straordinaria, attive nei primi trent’anni del Novecento quando crearono opere originali e innovative: Natalia GoncharovaLjubov PopovaAleksandra Ekster e ancora artiste del realismo socialista come la scultrice Vera Mukhina con il suo modello in bronzo del complesso scultoreo “L’operaio e la kolchoziana” per il padiglione URSS all’Expo di Parigi del 1937.

Le sezioni della mostra:  IL CIELO – La Vergine e le sante; IL TRONO – Zarine di tutte le Russie; LA TERRA – L’orizzonte delle contadine; VERSO l’INDIPENDENZA – Donne e società; LA FAMIGLIA – Rituali e convenzioni; MADRI – La dimensione dell’amore; IL CORPO – Femminilità svelata; LE ARTISTE – Realismo e amazzoni dell’avanguardia.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

Fino al 27 luglio – Mostra ” LE SIGNORE DELL’ARTE. Storie di donne tra ‘500 e ‘600″ a Palazzo Reale 

Con la mostra “Le Signore dell’Arte. Storie di donne tra ‘500 e ‘600″, l’arte e le incredibili vite di 34 diverse artiste vengono riscoperte attraverso oltre 130 opere, a testimonianza di un’intensa vitalità creativa tutta al femminile, in un singolare racconto di appassionanti storie di donne già “moderne”.

In mostra le artiste più note, ma anche quelle meno conosciute al grande pubblico, le nuove scopertecome la nobile romana Claudia del Bufalo, che entra a far parte di questa storia dell’arte al femminile, e alcune opere esposte per la prima volta. 

Sotto la curatela di Anna Maria BavaGioia Mori e Alain Tapié, le opere selezionate per la mostra provengono da ben 67 diversi prestatori, tra cui le gallerie degli Uffizi, il Museo di Capodimonte, la Pinacoteca di Brera, il Castello Sforzesco, la Galleria nazionale dell’Umbria, la Galleria Borghese, i Musei Reali di Torino, la Pinacoteca nazionale di Bologna, il Musée des Beaux Arts di Marsiglia e il Muzeum Narodowe di Poznan (Polonia).

La mostra racconta non solo la maestria compositiva di queste pittrici, ma anche il ruolo sociale che hanno rivestito nel loro tempo, alcune affermate presso le grandi corti internazionali, altre vere e proprie imprenditrici, tutte capaci di confrontarsi con i propri ideali e con diversi stili di vita. 

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO