Conferenza salute con la saronnese Aequos

Il tema è "Salute del suolo, salute e benessere dell'uomo"

Conferenza salute con la saronnese Aequos
Cultura 15 Novembre 2017 ore 07:00

Conferenza salute del suolo e benessere dell’uomo

Incontro al museo tessile di Busto Arsizio

La cooperativa Aequos organizza l’evento “Ce n’è per tutti?”. Appuntamento venerdì 17, alle 20, nella sala conferenze del Museo del Tessile di Busto Arsizio in via Volta, 6. Si inizierà con l’aperitivo di benvenuto offerto dalla Cooperativa Aequos. “Sarà un momento di convivialità e l’occasione per conoscere i relatori”, dicono gli organizzatori.

Salute del suolo e benessere dell’uomo

Questo è il terzo incontro del ciclo "Salute del suolo, salute e benessere dell'uomo". E' promosso da Aequos per il consumo critico e allo sviluppo sostenibile. “Grazie agli interventi dei relatori Paolo Pileri l’evento si propone di affrontare il tema della relazione tra il consumo di carne e il consumo di suolo, sia a livello globale che locale”, anticipano. “L’eccessivo consumo di carne ha spinto verso l’allevamento industriale. Trasformando l’animale da essere vivente inserito nell’ambiente, a mera merce”, aggiungono. Quindi proseguono: “Questo modello produttivo necessita della coltivazione di foraggio con metodi intensivi ed estensivi sacrificando una vastissima parte del terreno fertile. Succede in Brasile - 3 milioni di ettari nella (ex) foresta del Mato Grosso – ma anche in Italia”. Tutta la serata ruota attorno al suolo. “Ne scopriremo la ricchezza e i pericoli che corre nel nostro territorio”. Puntando i riflettori sul consumo di suolo.

I protagonisti della serata

Aequos è una cooperativa. E’ nata da un gruppo di GAS (Gruppi di Acquisto Solidale). Consci della necessità di dover unire le proprie forze per poter fruire collettivamente di beni prodotti nel rispetto della natura e dell’uomo. E con ciò porre le basi per un’economia più sana, più equa e più sostenibile. Paolo Pileri è professore ordinario di pianificazione e progettazione urbanistica al Politecnico di Milano. Il suo ambito di ricerca è l’inclusione del tema del suolo e delle questioni ambientali, agricole e paesaggistiche nella pianificazione territoriale e nella disciplina urbanistica. E’ ideatore e responsabile scientifico del progetto VENTO, la dorsale cicloturistica tra Venezia e Torino lungo il fiume Po. Stefano Liberti è giornalista d’inchiesta. Dalle sue indagini in tutto il mondo ha realizzato diversi documentari sulle filiere alimentari (dal tonno al concentrato di pomodoro, dalle banane ai suini). Il suo ultimo libro “I Signori del cibo” è un viaggio nell’industria alimentare che sta distruggendo il pianeta.