Ciocchina 2017 premiati i benemeriti

Applausi e tanta emozione alla consegna delle benemerenze

Ciocchina 2017 premiati i benemeriti
Cultura 23 Ottobre 2017 ore 11:08

Ciocchina 2017 Saronno ha omaggiato i suoi benemeriti

La cerimonia in sala Vanelli

La cerimonia si è tenuta sabato pomeriggio nella sala consiliare «Dr Agostino Vanelli», piazza Santuario, 7. Quest’anno la Ciocchina è stata «più sportiva» del solito. Sono, infatti, tre gli insigniti legati al mondo dello sport: Lorenzo Perini, talento dell’atletica leggera; Renzo Moltrasio, corridore nei deserti; Giuliano Melosi, ex calciatore di serie A oggi allenatore. Poi c’è Gianna Galli, dell’omonimo negozio di via Mazzini dove lavora da sempre. E, infine, l’Oncologia dell’ospedale cittadino. Di seguito riportiamo I profili dei benemeriti. Ampio servizio sul numero de La Settimana in edicola e online da venerdì 27 ottobre.

Gianna Galli, la storica negoziante

La grande professionalità e operosità, coniugati al garbo e alla dolcezza, oltre che al buon gusto, fanno di questa cittadina, saronnese dalla nascita, un punto di riferimento storico oltre che una certezza commerciale. Oltre 65 anni di attività artigianale, avviata nei primi anni 50 col marito, nei quali ha saputo, non solo mantenersi al passo con le innovazioni tecnologiche, ma anche accompagnare l’evoluzione del gusto soddisfacendo appieno ogni bisogno della propria clientela. Vero tratto distintivo sono anche l’accoglienza e la capacità di cogliere i desideri dei propri clienti, che fanno di Gianna una donna e una commerciante storica. Madre e moglie esemplare ha saputo affrontare i momenti difficili che hanno colpito la famiglia e l’attività.

Giuliano Melosi, ex calciatore di serie A

Cittadino saronnese si è contraddistinto, durante la carriera di calciatore professionista e in quella attuale di allenatore, contribuendo a portare il nome della nostra città in tutti i luoghi dove è stato protagonista. Fin da bambino ha raccolto meriti sportivi: piace ricordare la nomina a miglior giocatore a soli 12 anni. Considerando la sua militanza a partire dalla C2 fino alla serie A ha disputato oltre 500 partite, un vero record! Il suo atteggiamento “tutto cuore e grinta”, molto apprezzato sul campo è riuscito negli anni a trasformarlo in un autentico idolo dei tifosi. Al termine della carriera sportiva agonistica sceglie di continuare a impegnarsi nel mondo del calcio, mettendo a profitto la propria esperienza divenendo allenatore.

Renzo Moltrasio, l’uomo dei deserti

nasce e vive a Saronno da sempre. I suoi esordi sportivi sono con la Libertas Saronno; successivamente inizia a cimentarsi con corse non competitive in compagnia di amici nel fine settimana per poi appassionarsi sempre più al mondo dei trail e ultratrail che, agli inizi del nuovo millennio, lo portano a essere uno dei primi italiani che affrontano queste gare di centinaia di chilometri immersi nella natura, sfidando il caldo dei deserti, il freddo delle lande ghiacciate e inerpicandosi su pendii arditi. Fonda l’associazione sportiva Running Saronno che in breve tempo appassiona centinaia di persone alla corsa. Inventa il Running day dei che, con diverse corse su strada, coinvolge bambini, amatori e professionisti portando a Saronno sportivi da tutto il mondo. Fonda Impossible to possible Italia, associazione che ha lo scopo di far conoscere il territorio italiano a coloro che vogliono mettersi in gioco nella disciplina del trail.

Reparto oncologia e day hospital dell’ospedale cittadino

Il dramma della malattia colpisce non solo il malato, ma l’intero suo mondo, che improvvisamente si riempie di tenebre. Sono la professionalità e l’umanità dei medici, degli infermieri e del personale sanitario che, con competenza, dedizione e sacrificio, si affiancano nel lungo cammino verso la guarigione, i veri stimoli, i punti cardini di successo sulla malattia. Il reparto di oncologia e day-hospital offre tutto ciò garantendo eccellenza nell’esercizio della professione medica senza mai dimenticare umanità e rispetto. Sempre all’avanguardia, Interpretando l’evoluzione terapeutica, senza mai dimenticare che la malattia è ospite di un corpo chiamato uomo e che l’uomo deve essere rispettato nella sua trilogia anima-mente-corpo.

Loreno Perini, atleta azzurro

Atleta che nasce sportivamente a Saronno e dà lustro alla città attraverso risultati sportivi conquistati sulle piste di atletica di tutta Europa. E’ infatti detentore ad oggi di 13 titoli nazionali, due medaglie europee e diversi record italiani. Citiamo tra questi: nel 2016 campione italiano under 23 – 110 ostacoli e campione italiano assoluto indoor 60 ostacoli, nel 2017 campione italiano assoluto 110 ostacoli. La città apprezza che le sue trasferte sportive diffondono diffondono il nome di Saronno con un’immagine positiva ovunque lui vada portando quello spirito di saronnesità che ci contraddistingue non dimenticando mai famiglia, amici e suoi concittadini.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità