Menu
Cerca
Iniziativa

Zaini fuori dalle scuole medie per dire "no" alla didattica a distanza anche in zona rossa

La protesta simbolica è stata inscenata anche all'istituto Bonvesin de la Riva di Legnano.

Zaini fuori dalle scuole medie per dire "no" alla didattica a distanza anche in zona rossa
Cronaca Legnano e Altomilanese, 03 Febbraio 2021 ore 11:43

Zaini fuori dalle scuole e striscioni. Una protesta simbolica andata in scena stamattina, mercoledì 3 febbraio 2021, davanti a numerosi istituti della provincia di Milano, tra i quali anche il Bonvesin de la Riva di Legnano. Nel "mirino" di studenti e genitori la didattica a distanza per le seconde e terze medie.

Zaini davanti alle scuole per dire "no" alla Dad

I decreti anti-Covid prevedono infatti che nelle zone rosse anche le seconde e terze medie applichino la didattica a distanza. Un problema che a oggi non riguarda i nostri studenti, dato che la Lombardia è in zona gialla, ma con il quale in molti hanno convissuto nei mesi passati. E il rischio che la situazione si ripresenti in caso di nuova impennata dei contagi c’è. Per questo motivo i genitori di molti istituti hanno deciso di prendere posizione, dando vita all'iniziativa di oggi: fuori dalla scuola è stato posto uno zaino con tre nastri (giallo, arancione e rosso) per sostenere con un gesto simbolico la richiesta di mantenere le lezioni in presenza anche nel caso in cui la Lombardia tornasse in zona arancione o rossa.

La lettera

Le motivazioni sono state esposte in una lettera inviata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al (quasi ex?) premier Giuseppe Conte, al ministro all’Istruzione (anche lei ex?) Lucia Azzolina e al governatore regionale Attilio Fontana. I firmatari sono gli stessi che un mese fa avevano già protestato per la situazione, cui si sono aggiunti numerosi altri Consigli d’Istituto e associazioni dei genitori. Oltre al Consiglio d'istituto dell'Istituto comprensivo Bonvesin de la Riva di Legnano e a quello dell'Ics Aldo Moro di Canegrate, a sottoscrivere la missiva sono stati i Consigli di istituto componente genitori e le associazioni e i comitati dei genitori delle scuole secondarie di primo grado dei comuni di Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese, Mediglia, Melzo, Paullo, Peschiera Borromeo, Pioltello, Pozzuolo Martesana, Rodano, Segrate, Settala, Truccazzano, Vignate, Vimodrone, Bresso, Cambiago, Canegrate, Casarile, Cassina De Pecchi, Gessate Cambiago, Gorgonzola, Inzago, Legnano, Milano, Noviglio, Rozzano, San Giuliano, Sesto San Giovanni e Trezzano sul Naviglio.