Vive in un garage, la triste storia del bollatese Furio Borghi

Da giugno Furio Borghi, 54enne disoccupato, è costretto a vivere abusivamente in un box.

Vive in un garage, la triste storia del bollatese Furio Borghi
Cronaca Rhodense, 08 Dicembre 2017 ore 12:30

Furio Borghi è un bollatese che è costretto a vivere abusivamente in un box.

Vive in un garage dopo lo sfratto

Da giugno Furio Borghi, 54enne disoccupato, ha visto cadere anche la più solida delle certezze: il focolare domestico. Come riporta Settegiorni Bollate-Garbagnate in edicola da stamattina, dopo lo sfratto da parte di Aler, è costretto a vivere abusivamente in un box. Si arrangia come può: mangia, dorme e utilizza l’unica lampadina per compiere piccole attività.

Ha anche problemi di salute

La salute non lo aiuta affatto: a Settegiorni, infatti, ha parlato dei suoi tumori in gola e della scoliosi, quest’ultima lo rende impossibilitato anche dal compiere il più semplice dei lavori.

«Come faccio a trovare un lavoro con due tumori in gola e la scoliosi? Mio figlio non lo posso vedere. Come posso avere una vita diversa?».

Come fa a vivere?

«Fortunatamente ho sempre un pasto caldo che mi viene dato dalla Caritas. Mi lavo come posso. Non ho ancora fatto richiesta per la casa comunale. Ho litigato anche con il mio migliore amico. Ho sempre lavorato come fabbro, ma ora con la scoliosi non posso fare più nulla di tutto questo».