Vito Clericò picchiato in carcere

Vito Clericò, in carcere con l'accusa di avere ucciso Marilena Re, è stato colpito con calci e pugni da un compagno di cella e portato in ospedale.

Vito Clericò picchiato in carcere
Cronaca 22 Novembre 2017 ore 12:48

Vito Clericó, 65 enne di Garbagnate in carcere con l’accusa di aver ucciso Marilena Re, è stato picchiato ieri sera da uno dei suoi due compagni  di cella.

Vito Clericò picchiato

A quanto si è appreso il 65 enne sarebbe stato colpito con calci e pugni su tutto il corpo e ferito al volto con un piatto di ferro. “Ha vistose ferite all’occhio destro e all’orecchio - ha spiegato il suo avvocato Daniela D’Emilio -. Il suo compagno di cella avrebbe tentato di abusare di lui più volte negli ultimi giorni e ieri sera, mentre servivano la cena, si sarebbe vendicato del rifiuto”.

Una notte in Pronto soccorso

Clericó è stato accompagnato in Pronto soccorso a Busto Arsizio intorno alle 21,  dove è rimasto fino all’alba. L'altro suo legale Franco Rovetto ha chiesto che venga visitato nuovamente per scongiurare lesioni permanenti. L'aggressore sarebbe Roberto Guaia, suo compagno di cella.  “Clericó ha paura di ritorsioni future, perché chi lo ha aggredito è notoriamente violento - ha aggiunto l’avvocato D’Emilio - io sono preoccupata che perda l’occhio. Appena avremo il parere dello specialista presenteremo denuncia”.