LEGNANO

Violenza sessuale sulla nipote adottiva di 13 anni: assolto

La decisione del Tribunale di Busto Arsizio; la 13enne aveva raccontato di aver subìto un abuso in auto in un bosco vicino al nuovo ospedale

Violenza sessuale sulla nipote adottiva di 13 anni: assolto
Cronaca Legnano e Altomilanese, 22 Giugno 2021 ore 20:09

Violenza sessuale sulla nipote adottiva: uomo di Legnano assolto dal Tribunale di Busto Arsizio.

Violenza sessuale sulla nipote, c'è l'assoluzione

Assolto perchè il fatto non sussiste. E' questa la decisione del Giudice del Tribunale di Busto Arsizio nei confronti di un 45enne di Legnano. L'uomo, che nel processo è stato difeso dall'avvocato Giuseppe Lauria, era stato accusato di aver abusato della alla nipote adottiva (13enne all'epoca dei fatti, nel 2015). Al centro dell'attenzione del dibattimento, vi è stato poi un episodio di presunta violenza raccontato dalla 13enne: l'uomo le avrebbe dato un passaggio per andare a catechismo, nella parrocchia Cardinal Ferrari di via Dei Pioppi, quando in un bosco in una via vicino al nuovo ospedale di Legnano, l'avrebbe costretta ad avere un rapporto sessuale all'interno della vettura.

Le indagini

Stando a quanto emerso dal dibattimento, i racconti che accusavano l'uomo sarebbero stati contradditori: ad esempio le versioni della stessa 13enne, del fratello e della madre della ragazzina in alcuni passaggi. Contestato anche la ricostruzione della presunta violenza in auto: la dinamica è parsa" difficilmente compatibile con la struttura corporea oltremodo massiccia" dell'imputato e "della menomazione di cui risulta pacificamente affetto", gli accadimenti descritti dalla giovane "paiono di difficile realizzazione in ragione dello spazio ridotto all'interno dell'abitacolo e della scarsa mobilità legata alle condizioni fisiche" dell'uomo. Come richiamato dal Giudice, inoltre, "è emerso pacificamente dal dibattimento il sussistere tra i nuclei familiari un rapporto a tratti conflittuale". Da qui l'assoluzione.