Controlli serrati

Violazione di norme Covid e lavoro nero: due attività sospese

Nella serata di martedì 17 agosto i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno eseguito un servizio straordinario di monitoraggio.

Violazione di  norme Covid e lavoro nero: due attività sospese
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 18 Agosto 2021 ore 12:12

Regole anticovid e igienico-sanitarie violate, lavoro nero: scattano sanzioni e sospensioni in alcune attività milanesi. Nella serata di martedì 17 agosto i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione dei reati in genere ed al controllo del rispetto delle normative Covid.

Due attività sospese

I Carabinieri della Compagnia Milano P.ta Monforte hanno effettuato controlli alla circolazione stradale e verifiche all’interno di alcuni esercizi di ristorazione del quartiere Corvetto e Calvairate, con il supporto del personale dell’Arma del Nucleo Antisofisticazione e Sanità e del Nucleo Ispettorato del Lavoro. Identificate 38 persone e controllati 21 veicoli, ispezionati, unitamente a personale del Nas. e del Nil di Milano, 3 esercizi commerciali tra i quali una macelleria di via Pomposa, segnalata all’Ats per inadeguatezze strutturali, una pizzeria di via Ravenna, di proprietà di un 32enne marocchino, a carico del quale sono state elevate sanzioni amministrative, per un ammontare complessivo di 5.500 euro, oltre alla sospensione dell’attività per 3 giorni, per il mancato rispetto dei protocolli di sicurezza Covid e per gravi carenze igienico sanitarie, ed infine una pizzeria di viale Umbria, di proprietà di un 41enne italiano, a carico del quale sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 32.244 euro, per l’impiego di tre lavoratori in nero, di cui due minorenni, che ne hanno determinato anche la sospensione dell’attività.

I controlli proseguono

Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, i militari dell’Arma hanno denunciato a piede libero un 54enne peruviano, poiché sorpreso alla guida del proprio ciclomotore con un tasso alcolemico pari a 1,54 g/l, ossia molto ben al di sopra della soglia consentita. Allo stesso sono stati anche elevate contravvenzioni al Codice della Strada per la guida senza patente e senza la prevista copertura assicurativa. I controlli dei Carabinieri proseguiranno con la stessa intensità anche nei prossimi giorni.