Menu
Cerca

Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna e perseguita un suo familiare: arrestato

L'uomo era violento nei confronti della donna.

Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna e perseguita un suo familiare: arrestato
Cronaca Saronno, 31 Luglio 2019 ore 15:55

Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna e perseguita un suo familiare: arrestato 30enne di Fagnano Olona.

Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna

La vicenda ha inizio nel 2012 quando l'uomo in questione, un operaio 30enne di Fagnano Olona pregiudicato, si è fidanzato con una donna di origini Nordafricane e di religione Islamica. La relazione tra i due, durata fino a giugno del 2018, spesso sfociava in reazioni violente da parte del compagno, soprattutto durante il periodo di Ramadam nel quale la ragazza non voleva avere contatti con lui dopo che questo assumeva sostanze alcoliche. L'uomo però era convinto che in questo periodo la compagna si comportava in questo modo perché aveva una relazione con un altro. Per questo motivo la donna in periodi di difficoltà diceva di andare a vivere da un familiare e questo faceva scaturire nel compagno episodi violenti dove lanciava oggetti contro la donna. In alcune circostanze simili la giovane ha riportato lesioni alla gamba dopo essere stata colpita da un grosso piatto di ceramica. Dopo l'ennesima lite la vittima ha deciso di denunciare il compagno così che il Tribunale di Busto Arsizio ha applicato il divieto di avvicinamento alla parte offesa nei confronti dell'uomo.

La persecuzione

Nonostante il divieto di avvicinamento, il 30enne nel mese di giugno si è avvicinato all'ex convivente che si era trasferita a casa di una donna, sua familiare. L'uomo spesso di presentava sotto l'abitazione e creava vari problemi: ha danneggiato le cassette delle lettere, ha disturbato suonato il citofono ecc. In una di queste circostanze, approfittando del fatto che le due donne si trovassero fuori casa, si è introdotto nella loro abitazione passando dalla finestra del bagno per poi distruggere il televisore e cercando di impossessarsi di tutti i documenti di riconoscimento dell'ex compagna e della figlia. L'uomo è stato finalmente arrestato nelle scorse ore e al termine delle formalità di rito è stato condotto nella Casa Circondariale di Busto Arsizio a completa disposizione dell'Autorità Giudiziaria.