polizia locale

Vigili dal cuore d'oro ritrovano la bici a un ragazzino di 13 anni

Vigili dal cuore d'oro ritrovano la bici a un ragazzino di 13 anni
Cronaca Rhodense, 22 Febbraio 2020 ore 15:13

I vigili hanno pattugliato il territorio

Il ragazzo ha denunciato il furto ai vigili prima di entrare a scuola

«Agente mi scusi ieri sera, fuori dalla palestra dell’oratorio San Carlo, dove stavo facendo gli allenamenti di basket, mi hanno rubato la bicicletta che mi aveva regalato il nonno, non mi darebbe una mano a trovarla». Erano davanti alla scuola media «Paolo VI» di via Diaz e come tutte le mattine anche venerdì stavano facendo viabilità, gli agenti della Polizia locale di Rho, quando sono stati avvicinati da Silvek un ragazzino di 13 anni che frequenta la terza media nella scuola rhodense. «Gli agenti, sorpresi da quella richiesta hanno detto al ragazzino che per effettuare le ricerche della bicicletta i suoi genitori avrebbero dovuto fare una denuncia ma quando si sono sentiti rispondere che loro, mamma e papà non avrebbero mai fatto una denuncia per il furto di una bicicletta ma che per lui quella bici era davvero importante, si sono «inteneriti».

Il pattugliamento del territorio

Finito il servizio, una volta fatti entrare tutti gli alunni a scuola, gli agenti, con tanto di fotografia consegnata loro dal ragazzo hanno iniziato il pattugliamento del territorio con un occhio teso a controllare le biciclette che incrociavano sul loro tragitto.  La sorpresa in corso Europa all’incrocio con via Pomè. E’ qui che, Milko Gazzana e Francesco Pardo, i due agenti della Polizia locale di Rho in servizio fuori dalla scuola Paolo VI, hanno notato la bicicletta di Silvek legata alla cancellata del parco Pomè. Seduti in auto hanno atteso quello che poteva essere il ladro ma dopo un’ora hanno deciso, essendo sicuri che si trattava proprio della bici asportata il giorno prima fuori dalla palestra San Carlo di via Cornaggia, di tagliare il lucchetto della bicicletta e «rubare» loro stessi la bici per poterla riconsegnare ai genitori di Silvek.

La riconsegna della bicicletta

«Quando è suonato il telefono e dall’altra parte mi sono sentita dire che era il Comando della Polizia locale di Rho mi ha preso uno spavento enorme - racconta mamma Silvia - Mai e poi mai avrei pensato che mio figlio andando a scuola avesse fermato e raccontato ai vigili di Rho del furto dell bici. Emozionata sono subito corsa a scuola a comunicare la notizia a mio figlio».

Il ringraziamento alla Polizia locale da parte della nonna

E dopo i ringraziamenti dei genitori a tutto il comando della Polizia locale di Rho sui social sono arrivati anche quelli di nonna Marisa «Vogliamo ringraziare gli agenti della Polizia locale prima di tutto per aver preso sul serio le parole di mio nipote - scrive nonna Marisa -. Non solo un grande grazie per la grande umanità e professionalit dimostrata dai due vigili in servizio davanti alla scuola di via Diaz. Essere umani oggi non assolutamente una cosa scontata».