Cronaca
nel mirino soprattutto i supermercati

Ventiquattro rapine in cinque mesi: arrestati due trentenni

I due uomini colpivano cammuffandosi con cappello, scaldacollo e mascherina chirurgica per non farsi riconoscere.

Cronaca Milano città, 31 Agosto 2022 ore 10:09

La Polizia ha arrestato due italiani di 38 e 33 accusati di aver commesso nel 2021 24 rapine in farmacie, supermercati e compro oro a Milano e provincia.

Ventiquattro rapine in cinque mesi

La Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, stamattina, 31 agosto 2022, ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, richiesta dai Pubblici Ministeri a carico di due cittadini italiani, di 38 e 33 anni, gravemente indiziati di essere i responsabili di 24 rapine ai danni di diversi supermercati di Milano e nell'hinterland, nonché di una rapina commessa ai danni di un "Compro Oro", consumate tra il mese di novembre 2020 e marzo 2021.

La cadenza con cui sono state consumate le rapine e la particolare violenza ed irruenza che ha caratterizzato la condotta degli autori ha destato particolare allarme sociale, specie tra gli esercenti colpiti, prevalentemente supermercati; l'analisi degli episodi ha permesso di risalire ai due responsabili, cui è stata ricondotta una serialità criminale denominata "Local Express" isolata dall'Ufficio Analisi Criminale della Divisione Anticrimine.

Ricostruito il metodo con cui agivano

L'attività d'indagine, condotta dalla Sezione Antirapine della Squadra Mobile e, per l'episodio della rapina al Compro Oro, dal Commissariato Porta Genova, ha permesso di ricostruire il metodo utilizzato dagli stessi nel compiere le rapine.

Giunti a bordo di una macchina in prossimità degli obiettivi, uno dei rapinatori faceva ingresso nell'attività indossando un cappellino, una mascherina chirurgica e uno scalda collo, fingendo di essere un cliente, al momento di pagare la merce in cassa, estraeva dalla cinta una pistola semiautomatica "Glock", armandola e puntandola verso i dipendenti degli esercizi colpiti, impossessandosi dell'incasso giornaliero e dandosi a precipitosa fuga.

Ad attenderlo, in ben 22 dei 25 episodi contestati, vi era il complice in attesa a bordo di una Bmw intestata alla compagna, del tutto estranea alle indagini. Gli autori degli eventi delittuosi sono stati rintracciati presso le loro rispettive abitazioni di residenza ubicate in provincia di Milano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter