Menu
Cerca

Vendita sigarette ai minori: i controlli della Polizia locale a Parabiago

Gli agenti della Polizia locale di Parabiago hanno effettuato controlli nella tabaccherie cittadine per verificare la vendita di sigarette ai minori.

Vendita sigarette ai minori: i controlli della Polizia locale a Parabiago
Cronaca Legnano e Altomilanese, 11 Novembre 2019 ore 10:45

Vendita di sigarette ai minori: gli agenti della Polizia locale di Parabiago, nella mattinata di oggi - lunedì 11 novembre 2019 -, hanno proceduto a una serie di controlli nelle tabaccherie cittadine.

Vendita sigarette ai minori: i controlli

Nella mattinata di oggi, lunedì 11 novembre 2019, dalle 7, gli operatori del Comando di Polizia locale di Parabiago sono stati impegnati, operando sia in divisa che in abiti borghesi, in una serie di controlli di Polizia Amministrativa a carico delle tabaccherie ubicate sul territorio e finalizzati all’accertamento di episodi di vendita di sigarette a persone minorenni. Le verifiche, in particolare, sono state effettuate presso 3 rivendite di tabacchi in merito alle quali il Comando aveva già ricevuto segnalazioni da parte di cittadini che riferivano episodi di vendita soprattutto a favore di studenti minorenni, per appurare se quanto segnalato rispondesse alla realtà dei fatti posti in essere.

Due violazioni accertate

A seguito dei controlli, gli agenti della Polizia locale hanno accertato 2 violazioni della normativa vigente, identificando i soggetti acquirenti, e procedendo con la contestazione delle violazioni ai titolari delle tabaccherie interessate. Violazioni che comporteranno sanzioni amministrative pecuniarie a carico degli intestatari delle autorizzazioni alla vendita e la segnalazione dell’accaduto ai competenti Uffici comunali per l’adozione dei provvedimenti susseguenti a quanto rilevato.

Cosa dice la legge

La normativa vigente - D.L.vo 6/2016 - non prevede il divieto di fumare per i minorenni né, quindi, nessuna eventuale sanzione a loro carico, ma prevede il divieto di vendita, anche attraverso i distributori automatici, da parte delle tabaccherie di qualsiasi prodotto derivato dal tabacco e contenente nicotina, comprese le sigarette elettroniche, alle persone minorenni prescrivendo l’obbligo, in ogni caso di dubbio in merito all’età dell’acquirente, di richiedere l’esibizione di un documento d’identità attestante l’età dell’interessato. La stessa normativa del 2016 prevede, per i rivenditori, sanzioni che vanno, nel caso di primo accertamento di violazione, da 500 a 3.000 euro unitamente alla sospensione dell’autorizzazione alla vendita e che sono incrementate, per ogni altra successiva violazione accertata, da 1.000 a 8.000 euro unitamente alla revoca della licenza.

Le parole del sindaco e dell'assessore

"L’azione della Polizia Locale è lodevole, soprattutto per la tempestività dell’intervento - afferma il sindaco Raffaele Cucchi - Un segnale forte di prevenzione e tutela della salute dei minori, oltre che di controllo nel rispetto della normativa in vigore. Un plauso e un ringraziamento all’Ufficiale Angelo Imperatori che ha coordinato l'indagine e agli agenti in servizio per l’azione di questa mattina, nota di un’attenzione quotidiana alla nostra sicurezza”.

Poi continua l'assessore alla Sicurezza Barbara Benedettelli, che loda l’azione intrapresa dal Comando di Polizia Locale: “Ci sono ragazzi che iniziano a fumare già a 10 anni e nella fascia tra i 13 e 15 anni, fuma un ragazzo su 5 (fonte: ‘Indagine sui Giovani e il Tabacco 2018’ promossa dall'Ufficio regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della sanità). Parabiago non è esente dal fenomeno, solamente, come accade in altre città, si tollera o si sottovaluta il rischio di salute che la nicotina può provocare soprattutto in giovane età. Il controllo avviato dal Comando di Polizia Locale ci richiama, invece, al rispetto di una legge pensata per tutelare i minori superando l’indifferenza che spesso l’opinione pubblica manifesta nell’osservare questo fenomeno. Ci auguriamo che questo possa essere una modalità per prevenire ed evitare la vendita di sigarette a minori”.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE