Vanzaghello, pregiudicato evade dai domiciliari: arrestato

Vanzaghello, pregiudicato evade dai domiciliari: arrestato
01 Maggio 2017 ore 08:43

VANZAGHELLO – La notizia era che vi fosse un complice degli spacciatori, un uomo dell’Est Europa, che si aggirava nei boschi di Vanzaghello con una bici. L’avevano acquisita nel tempo i carabinieri della stazione di Castano Primo. Così, ancora nella serata di sabato 29 aprile, la pattuglia ha effettuato una serie di giri di perlustrazione sia per controllare la presenza di persone sospette che segnalassero una qualche attività illecita in corso nei boschi, sia per individuare questo soggetto. Così, alle 18, percorrendo corso Italia, in lontananza i carabinieri hanno visto sopraggiungere dall’area boschiva un uomo in bici. Notando la presenza dei militari, il ciclista si è diretto nuovamente verso i campi, ha abbandonato la bici e tentato la fuga. Dopo un breve inseguimento però è stato acciuffato. Perquisito, indosso non aveva nulla, né soldi né droga. Dai successivi accertamenti però è emerso che l’uomo, un 43enne ucraino, era evaso dagli arresti domiciliari per spaccio che scontava a Busto Arsizio. L’uomo, T.A., è ora rinchiuso nelle camere di sicurezza della Compagnia di Legnano, in attesa del giudizio direttissimo che si terrà oggi, lunedì primo maggio, al Tribunale di Busto Arsizio.


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia