Menu
Cerca
arese

“Vandali di cartelli stradali” in azione per le vie di Arese

"Potenziati i controlli contro danni e atti vandalici"

“Vandali di cartelli stradali” in azione per le vie di Arese
Cronaca Rhodense, 18 Aprile 2021 ore 18:29

“Vandali di cartelli stradali” in azione per le vie di Arese. Sono molti i cittadini che continuano a lamentarsi, soprattutto con le Forze dell’ordine e l’Amministrazione.

“Vandali di cartelli stradali” in azione per le vie di Arese

“Vandali di cartelli stradali”. Così si possono chiamare gli ignoti che in queste ultime sere vanno in giro per le vie della città e si divertono a piegare e sradicare dal terreno la segnaletica orizzontale.
I vandali si muovono per le diverse vie della città senza preferirne una in particolare.
Sono molti i cittadini che continuano a lamentarsi, soprattutto con le Forze dell’ordine e l’Amministrazione, di questi giovanissimi che durante le ore notturne scorrazzano per la città impuniti nonostante l’imposizione del coprifuoco alle 22.
Nonostante la pandemia da Coronavirus vieti assembramenti sia in luoghi pubblici che privati e sia stato imposto un orario ferreo di rientro a casa, da quello che si vede questa non sembra essere la regola rispetta.
Qualche giorno fa infatti sono stati trovati su una panchina bottiglie vuote e semi vuote e bicchieri.
Con molta probabilità il «festino» a base di alcol non si è consumato con la luce del sole e questo fa sorgere il dubbio che sia stato fatto in tarda sera, magari dopo le 22 quando scatta il coprifuoco.
Ragazzi annoiati dalle strette dovute al Covid-19?
O solamente incivili con la passione di infrangere le regole?
Difficile a dirsi ma di certo i cittadini sono stanche di svegliarsi al mattino e notare ogni volta una parte diversa della città imbrattata, sporca o vandalizzata.

3 foto Sfoglia la gallery

Il commento di sindaco e assessore

L’emergenza sanitaria, purtroppo, non ferma incivili e vandali, che nelle ultime settimane hanno danneggiato la segnaletica stradale di alcune vie, dato fuoco ai cartoni lasciati all’esterno per il ritiro, abbandonato bottiglie e rifiuti vari. A questo proposito sono intervenute l’assessore alla Sicurezza Roberta Tellini e il sindaco Michela Palestra

“Nonostante i divieti a circolare oltre le 22.00, alcune persone incuranti delle regole di civile convivenza e rispetto hanno danneggiato e devastato diversi beni pubblici, con danni di migliaia di euro, che saranno a carico dell’intera collettività. Polizia locale e Carabinieri sono al lavoro per individuare i responsabili e hanno potenziato i controlli organizzando servizi dedicati all’individuazione e al fermo.
Purtroppo, quelle che per alcuni sono delle bravate, magari fatte per vantarsene con gli amici, sono reati che il codice penale punisce con la reclusione fino a 3 anni. Ci sono delle conseguenze gravi che invitiamo tutti a considerare, perché – se anche fossero minorenni – sarà richiesto il risarcimento dei danni. Invitiamo tutti a prestare attenzione e a continuare a segnalare alle Forze dell’Ordine eventuali situazioni di pericolo”