Menu
Cerca
Top 100

Under 30 e innovazione: tre talenti dell’Alto Milanese nella classifica di Forbes

Si tratta di Giorgio Ciron e Marco Laganà (entrambi ex studenti del liceo Galilei di Legnano) e di Norma Cerletti di Inveruno.

Under 30 e innovazione: tre talenti dell’Alto Milanese nella classifica di Forbes
Cronaca Legnano e Altomilanese, 11 Aprile 2021 ore 14:30

Under 30 e innovazione: l’Alto Milanese occupa ben tre posizioni nell’elenco dei cento talenti italiani selezionati da Forbes.

Under 30: tre talenti altomilanesi nella prestigiosa lista dei top 100 di Forbes Italia

La prestigiosa rivista ha incoronato i legnanesi Giorgio Ciron (nella foto di copertina) e Marco Laganà (entrambi ex studenti del liceo Galilei) e l’inverunese Norma Cerletti. Ciron è direttore di InnovUp e project and public affairs manager dei Gruppi Sanità e Trasporti di Assolombarda e del Progetto Startup Town; Laganà ha fondato Dog Heroes, startup che produce e consegna a domicilio pappe per cani realizzate senza additivi chimici né conservanti; Cerletti insegna l’inglese a 500mila follower attraverso il suo canale TikTok. I loro tre nomi spiccano accanto a quelli di volti celebri del mondo dello spettacolo e dello sport, fra cui per esempio il calciatore Niccolò Barella, l’attrice Matilda De Angelis e la cantante fresca di partecipazione a Sanremo Madame.

Selezionati per il loro contributo all’innovazione del mondo del lavoro

La lista stilata da Forbes Italia comprende cento under 30, divisi in 20 categorie, selezionati per il loro contributo all’innovazione del mondo del lavoro e per il loro impegno carrieristico e l’influenza a livello nazionale. Grazie al talento e alla forza delle loro startup questi giovani ricoprono ruoli significativi in diversi ambiti; trasformando il nostro modo di lavorare, investire, curarci, mangiare, acquistare, sono arrivati a rappresentare il futuro del nostro paese.

Giorgio, Marco e Norma: spiccata capacità imprenditoriale, creatività e impegno

Giorgio Ciron, 29 anni, ha studiato Economia e Management delle Amministrazioni pubbliche e delle Istituzioni internazionali alla Bocconi di Milano, e con InnovUp, la startup nata nel 2020 dalla fusione di Italia Startup e dell’Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici, si occupa delle oltre 300 imprese associate attraverso la collaborazione con le Istituzioni.
Diverso il percorso di Marco Laganà, 30 anni, che partendo come Ciron dal famoso Liceo legnanese ha poi studiato Design della moda al Politecnico di Milano, e ha alle spalle esperienze da designer nel mondo della moda con una propria azienda di scarpe e da direttore creativo; insieme ai due soci Pierluigi Consolandi e Gregoire Desforges ha dato vita a Dog Heroes, che produce e consegna a domicilio pappe per cani realizzate senza additivi chimici né conservanti, risultato di processi di selezione delle materie prime e produttivi identici a quelli della produzione alimentare per l’uomo: un algoritmo, realizzato con l’aiuto di veterinari, permette all’utente di calcolare il fabbisogno calorico del cane e di ricevere direttamente a casa delle porzioni su misura.
Norma Cerletti, 28 anni, è laureata in Scienze politiche e possiede una certificazione Celta per insegnare inglese; in arte Norma’s Teaching, è oggi l’insegnante d’inglese più popolare del web nonché maestra, fondatrice e presidente della Norma’s Teaching srl: attraverso un’impeccabile pronuncia da native, un’innata e genuina predisposizione che cattura i suoi follower e la capacità di reinventarsi in seguito ad un periodo di stallo occupazionale causato dal lockdown, ha iniziato a creare quasi per scherzo alcuni video su Tiktok, arrivando poi a portare su Instagram le sue rubriche giornaliere. In pratica ha rivoluzionato il modo di insegnare la lingua dopo aver dato le dimissioni dalla scuola dove lavorava come insegnante per bambini, ed ha raggiunto la quota di quasi 500mila followers su Instagram e 360mila seguaci su TikTok.
Questi tre ragazzi, in maniera diversa e attraverso percorsi di vita differenti, hanno saputo innovare i loro ambiti lavorativi arrivando a rappresentare un’eccellenza motivo di vanto per tutto l’Alto Milanese, che vede i propri giovani reagire con combattività alla crisi pandemica e raggiungere livelli professionali elevati grazie a spiccata capacità imprenditoriale, creatività e impegno.

3 foto Sfoglia la gallery