Menu
Cerca
Catturato

Un serpente di oltre un metro si aggirava in centro

Il rettile è stato catturato dagli agenti della Polizia Locale

Un serpente di oltre un metro si aggirava in centro
Cronaca Legnano e Altomilanese, 25 Aprile 2020 ore 14:21

E' stato notato da alcuni cittadini che hanno allertato immediatamente la Polizia locale: perché vedere un serpente di oltre un metro aggirarsi per il centro del paese non è uno spettacolo da tutti i giorni

L'avvistamento e la cattura del serpente

L'allarme è scattato venerdì mattina a Castano Primo quando al Comando di Polizia locale sono giunte diverse telefonate di cittadini che rimarcavano la presenza di un serpente lungo oltre un metro aggirarsi tra alcune abitazioni  del centro. Gli agenti si sono messi subito all'opera e, dopo aver raccolto le informazioni dei residenti che riferivano di un lungo rettile a loro dire velenoso, hanno recuperato il rettile di un metro e 20 centimetri  di lunghezza, che è stato poi portato all’ufficio veterinario dove sono state verificate in primis le condizioni di salute ed identificata la specie. E' stato così accertato che si trattava di un rettile della famiglia dei Colubridae, specie Hierophis viridiflavus, comunemente chiamato “biacco” ed essendo una delle specie presente in Lombardia e più specificamente nel Parco del Ticino, di concerto con i veterinari ne veniva concordata la reimmissione in natura lontano dalle abitazioni.
Con il "Biacco" facilmente ci si può imbattere nei nostri territori: prevalentemente si nutre di piccoli roditori, lucertole e nidiacei e non è un serpente velenoso, ma bisogna tener conto che se toccato o afferrato, per difesa non esita ad affrontare anche l’uomo e morsicare ripetutamente. Pertanto, come già avviene per tutte le altre specie selvatiche, si invita a non disturbarli in natura ed in caso si presentassero nei pressi di abitazioni, non cercare di prenderli ma di allertare gli organi competenti.

TORNA ALLA HOME PAGE