Un mare di droga, "Saronno ci galleggia sopra"

Il consigliere Indelicato suona la sveglia all'Amministrazione comunale: "Ricordate le promesse della campagna elettorale?".

Un mare di droga, "Saronno ci galleggia sopra"
Cronaca Saronno, 16 Dicembre 2018 ore 13:41

Un mare di droga a Saronno, "questa è la verità negata" secondo Alfonso Indelicato.

Un mare di droga in città

"Le recenti notizie di cronaca nera che hanno interessato Saronno sono tali, per le persone coinvolte e per essere i fatti così recenti, da invitare alla massima prudenza. A mio avviso non è neppure corretto, però, fare i pesci in barile. Chi riveste un ruolo pubblico, sia pure marginale come il mio, ha il diritto-dovere di esporsi, di dire qualcosa". A parlare così è il consigliere saronnese Alfonso Indelicato. 

"Saronno galleggia su un mare di droga - prosegue il consigliere -. Questa è la verità negata, ma che tracima da ogni dove. Non sono soltanto, a dircelo, i fatti dell’altro ieri. È la cronaca quotidiana che parla di sequestri, di arresti, di risse collegate al controllo delle zone di spaccio. Di più: è il quotidiano spettacolo di ragazzi anche giovanissimi che si riuniscono in zone perfettamente visibili e controllabili in attesa del pusher che li rifornisce, a cielo aperto, senza pudore e tremore. E ancora: è la quotidiana esperienza dei colleghi insegnanti nelle scuole cittadine, esperienza di giovani spacciatori, di giovani consumatori, di ragazzi storditi e violenti, a dirci che la situazione è fuori controllo".

"La madre di tutti i crimini"

"La droga è la madre di tutti i crimini - argomenta Indelicato -, o di buona parte di essi. Quanti sono i reati collegati a questa pratica? Molti, e di tutti i generi. Dall’associazione a delinquere al riciclaggio all’esportazione di capitali. Dalle aggressioni agli scippi agli incidenti d’auto provocati da guidatori imbottiti di cocaina fin da quando escono da casa al mattino".

"I sequestri calano ma i consumi no"

"E, mi si permetta di dirlo, fa proprio sorridere l’Amministrazione saronnese quando si vanta che nell’ultimo anno i sequestri di stupefacenti sono in diminuzione rispetto ai periodi precedenti. Sono in diminuzione perché, evidentemente, spacciatori all’ingrosso e al minuto sanno come eludere i controlli, non certo perché i consumi sono diminuiti".

"Ci vuole qualcosa che si era promesso in campagna elettorale..."

"Grazie dunque ai Carabinieri per l’operazione compiuta - conclude il consigliere saronnese -. Grazie alla nostra Polizia Locale e alla sua sperimentata professionalità. Ma è chiaro che ci vuole qualcosa di più per arginare il fenomeno. Qualcosa che si era promesso in campagna elettorale. Una campagna che oggi sembra essersi svolta tanto, tanto tempo fa".

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE