Cronaca
Lutto

Ultimo saluto a Saverio Cirillo, il carabiniere morto per una caduta in montagna

Il funerale si terrà oggi, venerdì 22 luglio, alle 10 nella basilica di San Magno a Legnano.

Ultimo saluto a Saverio Cirillo, il carabiniere morto per una caduta in montagna
Cronaca Legnano e Altomilanese, 22 Luglio 2022 ore 07:15

Ultimo saluto a Saverio Cirillo, il vicebrigadiere dei Carabinieri di Legnano morto in seguito a una tragica fatalità mentre era impegnato in un'escursione nel Canton Ticino.

Ultimo saluto al vicebrigadiere Saverio Cirillo nella basilica di San Magno

Il funerale del 34enne si terrà oggi, venerdì 22 luglio 2022, alle 10 nella basilica di San Magno. Il militare si è spento lunedì 18 luglio all’ospedale di Lugano, dov’era stato elitrasportato il pomeriggio precedente in condizioni disperate dopo un volo di dieci metri sulle alture della Valle Verzasca. Domenica 17 Cirillo aveva programmato una giornata di svago in Svizzera: intorno alle 16 si trovava nella zona del torrente Valegg da Cansgell, nel territorio di Aquino. Mentre attraversava un riale sopra la cascata in compagnia di un’altra persona, è caduto per circa dieci metri. Sul posto, oltre ad agenti della Polizia cantonale, sono intervenuti i soccorritori della Rega (la Guardia aerea svizzera di soccorso) che, dopo aver prestato le prime cure al 34enne, lo hanno trasportato in elicottero all'ospedale di Lugano.
Le sue condizioni sono apparse subito gravissime e i medici hanno fatto tutto il possibile per salvargli la vita. Purtroppo, ogni sforzo è stato vano: troppo gravi i traumi riportati. Il quadro clinico era già ampiamente compromesso domenica sera, e lunedì mattina l’uomo è stato dichiarato ufficialmente morto.

Al lavoro nella caserma cittadina dopo quasi otto anni trascorsi a Nerviano

Cirillo operava nella caserma legnanese di via Guerciotti da dicembre 2021, dopo aver prestato servizio per quasi otto anni a Nerviano. Se ne è andato lasciando un grande vuoto tra i colleghi (già straziati l’estate scorsa dalla scomparsa del maresciallo Angelo Carones, vicecomandante della stazione di Legnano, morto in un incidente stradale in piazza del Popolo), e la sua tragica scomparsa ha suscitato cordoglio in città.

Il cordoglio dell'Amministrazione comunale e della Lista Toia

L’Amministrazione, tramite il sindaco Lorenzo Radice, la sua vice Anna Pavan e il presidente del Consiglio comunale Umberto Silvestri, ha voluto esprimere la vicinanza della Giunta e del parlamentino cittadino alla Compagnia dei Carabinieri di Legnano e alla famiglia del militare, il papà Pietro, la mamma Antonella e tutti i suoi cari. «La morte di un uomo di soli 34 anni, quindi nel pieno delle sue forze, e che ha deciso di servire la comunità operando per garantire la pubblica sicurezza è motivo di profondo dolore - sono state le parole del sindaco Radice - Perdere la vita in un momento di svago, come deve essere un’escursione, aggiunge amarezza a un evento drammatico. Il nostro pensiero e la nostra vicinanza vanno alla Compagnia dei Carabinieri di via Guerciotti, già colpita l’anno scorso dal lutto per la perdita di Angelo Carones, e alla famiglia di Saverio».
A piangere il vicebrigadiere è stata anche la Lista Toia: «È con profondo sgomento che ho appreso la triste notizia della scomparsa di Saverio - ha scritto il capogruppo Francesco Toia - A nome mio e di tutto il gruppo politico che rappresento ci stringiamo all’immenso dolore della famiglia e del Comando dei Carabinieri di Legnano che perde un collega e un amico prezioso. Che la terra ti sia lieve…».

Un minuto di silenzio in chiusura della seduta del parlamentino

In chiusura della seduta di Consiglio di martedì sera 19 luglio, su proposta di Francesco Toia, il parlamentino legnanese ha osservato un minuto di silenzio in memoria di Cirillo, «un concittadino che ha servito la città e l’Arma, un giovane pieno di forza che purtroppo il destino ci ha strappato troppo precocemente».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter