Controlli

Turista di Bergamo “pizzicato” nella seconda casa in Liguria

Aveva contattato la Polizia Locale di Diano Marina, una decina di giorni fa, per chiedere se fosse possibile trascorrere la Pasqua in Liguria.

Turista di Bergamo “pizzicato” nella seconda casa in Liguria
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 11 Aprile 2020 ore 17:03

Turista di Bergamo aveva contattato la Polizia Locale di Diano Marina, una decina di giorni fa, per chiedere se fosse possibile trascorrere la Pasqua in Liguria.

Turista pizzicato nella seconda casa in Liguria

Un imprenditore di 40 anni, di Bergamo, che voleva trascorrere la Pasqua a Diano Marina, in provincia di Imperia, nella seconda casa al mare, dove da un mese circa si erano già trasferiti moglie e figli, è stato contravvenzionato, ieri sera, con un verbale da 400 euro dalla Polizia Locale, in quanto sorpreso mentre stava per entrare nell’abitazione.

Lo stesso aveva contattato la Polizia Locale di Diano, una decina di giorni fa, proprio per chiedere se fosse stato possibile trascorrere la Pasqua in Riviera. Gli agenti gli avevano risposto di no, ma lui è venuto lo stesso.

I vigili lo hanno individuato nel corso di un’attività di controllo sulle seconde case. Gli agenti infatti non monitorano soltanto gli svincoli dell’autostrada, ma anche quei condomini quasi esclusivamente abitati da vacanzieri, facendo bene attenzione ad alcuni particolari, come le luci accese negli appartamenti o le targhe delle auto in sosta.

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE