Turbigo, incrocia l’auto del padre ma al volante c’è un ladro: inverte la marcia e guida i carabinieri fino a lui

Turbigo, incrocia l’auto del padre ma al volante c’è un ladro: inverte la marcia e guida i carabinieri fino a lui
24 Giugno 2017 ore 17:43

TURBIGO – Il figlio del proprietario ha incrociato l’auto mentre stava tornando a casa a Turbigo ma… alla guida non c’era il padre! Così ha invertito la marcia e ha iniziato a seguirla a distanza, informando il 112. La chiamata è stata trasferita alla centrale operativa del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Legnano. Da qui, l’operatore, l’appuntato Pasquale Fiengo, ha immediatamente avvisato i carabinieri della stazione di Castano Primo, dirottandoli sul percorso dettato loro da Davide, il 43enne figlio del proprietario dell’auto, in costante collegamento telefonico con i militari. I militari castanesi, ma anche pattuglie della Compagnia di Abbiategrasso, sempre gestite dalla centrale di Legnano, sono convenuti a Robecco sul Naviglio. Qui, dopo un breve inseguimento, gli uomini del maresciallo Cosimo Paglialunga sono riusciti a bloccare l’auto rubata e a trarre in arresto il malfattore, dopo che l’uomo aveva tentato una timida fuga. Si tratta di un 58enne di Milano con numerosi precedenti, che aveva ottenuto di poter trascorrere a Turbigo un periodo di 40 giorni, per poi rientrare a Castiglione delle Stiviere dove è normalmente ristretto. Stando a quanto ha dichiarato ai carabinieri, voleva raggiungere la madre 80enne a Milano, perciò aveva “preso in prestito” la vettura. Sabato mattina 24 giugno la convalida dell’arresto e il suo trasferimento nel comune in provincia di Mantova, dove è stato nuovamente portato.


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia