Menu
Cerca

Tumore al seno, l'Asst Sette Laghi e CAOS a Villa Scalabrino a Mozzate

Tumore al seno, l'Asst Sette Laghi e CAOS a Villa Scalabrino a Mozzate
Bassa Comasca, 24 Giugno 2019 ore 14:39

Venerdì si è tenuta a Villa Scalabrino a Mozzate una serata con i medici dell'Asst Sette Laghi e promosso da CAOS (Centro Ascolto operate al Seno) per informare e sensibilizzare sul tumore al seno.

Tumore al seno e welfare community: eccellenza a Mozzate

La comunità come attore chiave per il raggiungimento e il mantenimento della salute. Su questa base venerdì sera si è tenuto a Villa Scalabrino, Mozzate, un incontro con i medici dell'Asst Sette Laghi che si occupano delle problematiche legate al tumore al seno. Presente anche l'associazione CAOS che riunisce le donne operate, con il suo presidente Adele Patrini. "Comunicazione ed informazione fanno la differenza nel costruire quella cultura della prevenzione che nasce nei territori sensibili e lungimiranti" spiega infatti Patrini.

Dalla prevenzione alla cura

Venerdì a Mozzate si è dunque parlato di tumore al seno: dalla prevenzione alla cura con particolare attenzione alla nutrizione ed all’attività fisica. Si sono alternati i relatori dell’ASST Sette Laghi che, grazie al Comune ed alle Associazioni CAOS, ANDOS Varese e Lega Tumori organizzatori dell’evento, hanno portato un importante contributo multidisciplinare ai numerosi presenti.

Gli interventi

A fornire un resoconto della serata è la stessa Patrini, che ripercorre gli interventi susseguitisi davanti a tanti presenti.

Il professor Fausto Sessa, Direttore della S.C.di Anatomia ed Istologia Patologica ha spiegato come gli esami istologici forniscono una serie di informazioni molto raffinate e precise legate alla natura di ogni singolo tumore: questo giuda i medici nell’individuare una terapia mirata e personalizzata per la paziente.

La Prof.ssa Francesca Rovera, Responsabile della Breast Unit dell'Ospedale di Circolo di Varese, afferente al Dipartimento di Chirurgia diretto dal Dott. Eugenio Cocozza, ha sensibilizzato tutte le donne a prendersi cura del proprio seno facendo regolarmente l’autopalpazione e rivolgendosi ad un senologo di riferimento per iniziare a seguire un percorso di prevenzione mirato. Ha raccomandato di aderire ai programmi di screening su chiamata dell’ATS, perché un tumore diagnosticato in fase preclinica (di piccolissime dimensioni) garantisce una cura migliore.

"Batterlo sul tempo" è la strategia vincente: la Genetista Dottoressa Mariagrazia Tibiletti ha parlato di come l’indagine genetica può identificare se una donna ha ereditato una mutazione di geni che la espone ad un alto rischio di sviluppare il cancro alla mammella ed all’ovaio ereditario. Presso la Breast Unit dell’Ospedale di Circolo di Varese è attivo, dal 1994, un Ambulatorio di Consulenza Genetica Oncologica a cui le signore si possono rivolgere se hanno diversi casi di tumore in famiglia.

La Dottoressa Linda Bascialla, Oncologo Medico, ha parlato di alimentazione e stile di vita per la salute, intesa come benessere fisico e mentale della persona: è importante variare i cibi, limitando e non eliminando le carni ed i latticini, privilegiando le proteine vegetali come i legumi, e dando ampio spazio a cereali integrali, verdura e frutta di stagione. Acqua e tisane sono importantissime per una corretta idratazione. Molto interessante il suo intervento che ha evidenziato come anche il convivio abbia un ruolo importante da non sottovalutare.

La Dottoressa Elisabetta Milvio, Senologa della Lega Italiana Lotta contro i Tumori, ha fatto chiarezza sul valore della visita senologica nel percorso di prevenzione, che va sicuramente associata a mammografia ed ecografia, ma che rappresenta un importante momento clinico e relazionale con il medico di riferimento, il quale personalizzera’ poi il percorso di prevenzione che la donna dovra’ seguire in futuro, sulla base di quanto emerso durante questo significativo approccio.

Ospedale e territorio contro il tumore al seno

Nell’iter diagnostico, terapeutico, assistenziale legato al tumore alla mammella, acquista sempre più valore il Medico di Medicina Generale, che lega l’Ospedale al territorio. Il Dottor Giancarlo Grisetti ha esaustivamente parlato di cronicità e controlli periodici.
Gianni Frangi , Formatore Sportivo Nazionale di Nordic Walking, ha integrato la parte scientifica con una presentazione di questa disciplina legata alla camminata con bastoncini, molto utile per la riabilitazione fisiatrica e psicologica della donna operata al seno.
La serata è terminata sotto le stelle, celebrando il primo giorno d’estate con la straordinaria musica dei The Belgians e con il monologo “LUNA” scritto per l’occasione da Laura Fagioli, e magistralmente interpretato dall’attore di teatro, cinema e televisione Pino Calabrese.

Controlli gratuiti al Centro Civico

Informazione e prevenzione: punto di forza del progetto è stato infatti sabato 22 giugno agli ambulatori medici del Centro Civico, dove i Senologi Dottoressa Elisabetta Milvio e Dottor Corrado Chiappa, hanno visitato gratuitamente più di 50 donne, coadiuvati all’accoglienza, con sensibilità ed attenzione, da Giuseppe Borgia e Chiara Albeni.

LEGGI ANCHE: Tumore al seno, in Regione il nuovo trattato nato dall’eccellenza lombarda