fermato

Trans adesca un cliente poi lo picchia violentemente per derubarlo

Il 30enne trans ha agito insieme a due complici, ora ricercati.

Trans adesca un cliente poi lo picchia violentemente per derubarlo
Cronaca Milano città, 19 Febbraio 2021 ore 10:39

Il transgender adesca un cliente poi lo picchia violentemente per derubarlo.  I complici sono ricercati.

Trans adesca un cliente poi lo picchia violentemente per derubarlo

I Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Mantova, unitamente ai militari della Stazione di Milano Affori, hanno eseguito un fermo di polizia giudiziaria nei confronti di P.H.J., peruviano, classe 91, con pregiudizi di polizia, senza fissa dimora, transgender, poiché ritenuto responsabile di una rapina commessa lo scorso 11 febbraio 2021, intorno alle 13.30, nei pressi della diga Masetti di Mantova.

Rintracciato e fermato rapinatore 30enne

Il malcapitato, un cittadino extracomunitario 45enne, dopo essere stato adescato in via Poggioreale della città virgiliana, una volta appartatosi, è stato bloccato e colpito ripetutamente al volto unitamente ad altri due complici in corso di identificazione. Dopo essere stato derubato del portafoglio, contenente seicentocinquanta euro, è dovuto ricorrere alle cure mediche per la frattura scomposta delle ossa nasali, presso il Pronto Soccorso Carlo Poma di Mantova.

Le indagini dei Carabinieri

Le indagini dei Carabinieri hanno consentito, nel giro di poche ore, di risalire al veicolo utilizzato dai malfattori e di raccogliere delle foto di presunti autori. Le successive attività di riconoscimento fotografico consentivano di dare, senza ombra di dubbio, un nome ad uno degli autori dell’efferato delitto.
Grazie alle incessanti ricerche e alla capillare diffusione sul territorio dell’Arma dei Carabinieri il ricercato è stato quindi rintracciato e fermato, nella serata di martedì, in via Litta Modignani di Milano per poi essere accompagnato al carcere di San Vittore.
All’esito dell’interrogatorio di garanzia davanti al Giudice per le Indagini Preliminari di Milano, svoltosi nella giornata di ieri, P.H.J. è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di soggiorno e di presentazione alla polizia giudiziaria.

Si cercano i complici

Proseguono intanto le indagini per risalire compiutamente ai complici.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli