nel varesotto

Tragedia in appartamento: insegnante di Legnano e il compagno morti forse per un mix di sostanze

Si aspettano gli esiti dell’esame autoptico

Tragedia in appartamento: insegnante di Legnano e il compagno morti forse per un mix di sostanze
Legnano e Altomilanese, 12 Agosto 2020 ore 14:33

Tragedia in un appartamento di Castronno: insegnante di Legnano e il compagno morti forse per un mix di sostanze.

Tragedia in appartamento: insegnante di Legnano e il compagno morti forse per un mix di sostanze

M.GL. di 45 anni, è stato trovato senza coscienza in un appartamento in via Camillo Benso a Castronno. La donna di 48 anni, G.E., quando i sanitari sono entrati nella casa, l’hanno trovata già senza vita. La donna era un’insegnante di madrelingua inglese al liceo Tirinnanzi e alle medie Kolbe. Molto stimata da colleghi e ragazzi sia professionalmente che umanamente. Non si hanno notizie sulle possibili cause del decesso, nè se vi siano indizi che possano far pensare a una morta violenta. L’uomo è stato subito trasportato in codice rosso all’ospedale di Varese, nella speranza che possa presto chiarire l’accaduto ma, purtroppo, non ce l’ha fatta. Sul posto anche la Procura e i carabinieri guidati dal Tenente tradatese Sebastiano De Iannello. A quanto si apprende, anche sul corpo della donna non vi sarebbero tracce evidenti di violenza. Esclusa questa pista, si sospetta di un’intossicazione forse dovuta all’uso di alcol e/o sostanze. Si attende comunque l’esito dell’autopsia per far luce sul caso.

Trovati dalla figlia

L’allarme era scattato ieri, martedì 11 agosto, quando la figlia maggiore della donna, di 12 anni, si è accorta che la madre non rispondeva più e non si svegliava. Insieme a lei c’era l’altra figlia più piccola di 8 anni. Le due bambine hanno subito chiamato i soccorsi, che nulla hanno potuto per la madre e il compagno morto in ospedale poco dopo. Fortemente scosse, come si può immaginare, sono state affidate alle cure di un parenti.

Tragedia di Castronno, indagini in corso

Si aspettano gli esiti dell’esame autoptico, ma sembra prendere sempre più piede l’ipotesi che la causa del decesso della donna trovata senza vita nel suo appartamento, e del compagno di 45 anni in ospedale poi, possa essere stato un mix di sostanze, forse accompagnate anche dall’alcol. L’assenza di segni di violenza ed effrazione d’altronde tende a escludere l’azione di un “agente esterno” e, a quanto si apprende, anche l’ipotesi di un omicidio-suicidio avanzata nei primi momenti sembra essere stata esclusa.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia