Menu
Cerca
rho

Torna il mercato del lunedì nel centro storico

Al momento il mercato sarà suddiviso in 2 aree e sarà consentita solo la vendita di generi alimentari.

Torna il mercato del lunedì nel centro storico
Cronaca Rhodense, 30 Aprile 2020 ore 15:19

Torna il mercato del lunedì nel centro storico. Nominato il Covid Manager per il coordinamento e il controllo.

Torna il mercato del lunedì nel centro storico

Dal 4 maggio riprende il mercato del lunedì nel centro storico di Rho. Dalle 8 alle 13 si potranno comprare solo prodotti alimentari. Il mercato sarà suddiviso in 2 aree con un unico ingresso e un’unica uscita per ciascun area.

Sicurezza e un “Covid Manager”

La riapertura del mercato del lunedì è possibile a seguito dell'ordinanza sindacale che predispone alcune misure di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza. Il Sindaco ha nominato inoltre il “Covid Manager” con il compito di coordinare sul posto il personale addetto, con il supporto di volontari di protezione civile, ai fini dell’assistenza a clienti ed operatori del mercato e dell’attuazione delle misure definite nell’ordinanza sindacale.

Le misure di prevenzione

  • L’attività del mercato è limitata alla vendita dei soli generi alimentari. Potranno essere presenti tutte le 59 bancarelle, che abitualmente vendono generi alimentari al mercato del lunedì.
  • Il mercato si svolgerà esclusivamente all’interno delle aree 1 (Piazza Visconti)  e 2 (Meda-Garibaldi) indicate nella planimetria allegata. Per ogni area ci sarà  un unico varco di entrata separato da quello di uscita dall’area stessa. Per l’area uno l’ingesso sarà da Piazza San Vittore, mentre per l’area 2 da via Meda. In ognuno di questi punti saranno presenti gli addetti appartenenti al corpo di Polizia Locale o alla Protezione Civile.
  • La capienza massima di persone contemporaneamente presenti all’interno delle aree 1 e 2 è definita in misura pari al doppio delle bancarelle in concreto presenti ogni lunedì. Ad esempio, nel caso in cui fossero presenti tutte le 59 bancarelle (numero massimo) gli utenti potranno essere contemporaneamente al massimo 118 .
  • Verrà posizionata apposita segnaletica che consenta alla clientela di indirizzarsi verso l’unico varco di accesso dell’area 1 e dell’area 2 e, all’interno di tali aree, verso il varco d’uscita.
  • L’ accesso all’area di mercato è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori di anni 14, disabili o anziani.
  • Ogni cliente potrà rimanere all’interno dell’area delle aree di mercato per il tempo strettamente necessario all’acquisto e comunque al massimo per 30 minuti.
  • Con il supporto dei volontari della Protezione Civile, mediante idonee strumentazioni, sarà rilevata la temperatura corporea dei clienti prima dell’accesso alle aree mercatali. E’ inibito l’accesso alle aree mercatali ai clienti la cui temperatura corporea sia uguale o superiore a 37,5° C, con invito agli stessi a ritornare alla propria abitazione, a limitare al massimo i contatti sociali e a contattare il proprio medico curante.
  • E’ fatto obbligo agli operatori del mercato di mettere a disposizione dei clienti idonee soluzioni idroalcoliche per le mani e guanti “usa e getta”, quest’ultimi da utilizzarsi obbligatoriamente.
  • E’ fatto obbligo, sia all’interno dell’area di mercato sia per i clienti in attesa di accesso all’area, del distanziamento interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramenti.
  • E’ fatto obbligo di utilizzo da parte degli operatori commerciali di mercato di mascherina a copertura di naso e bocca nonché di guanti.
  • Le attrezzature di vendita dei singoli operatori di mercato devono rispettare la distanza di metri tre.
  • E’ vietata la presenza di più di due operatori per ogni posteggio.

Le parole del sindaco Romano

“Abbiamo ritenuta opportuna la riapertura del principale mercato comunale – afferma il Sindaco Pietro Romano – per consentire ai cittadini una maggiore possibilità di approvvigionamento di generi alimentari anche a basso costo e per attenuare le code attualmente presenti pressoché in tutti gli esercizi commerciali di vendita di generi alimentari. Al momento non è consentito allargare la vendita di prodotti non alimentari. Inoltre non saranno riaperti i mercati rionali in considerazione della difficoltà organizzativa nell’attuazione delle misure di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza imposte. Fino a nuova ordinanza non sono autorizzate anche tutte le fiere e le sagre”.

TORNA ALLA HOME