Terrorismo Como Molteni: “C’è un allarme sul territorio comasco”

"Abbiamo sempre sostenuto che vi fosse un allarme terrorismo islamico in provincia di Como".

Terrorismo Como Molteni: “C’è un allarme sul territorio comasco”
Saronno, 26 Gennaio 2018 ore 16:36

L’onorevole Nicola Molteni, consigliere canturino, ha commentato gli arresti di oggi a Fenegrò dove i militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione con finalità di terrorismo.

Molteni: “E’ allarme terrorismo”

“Ringrazio le Forze dell’ordine di Como e di Milano e gli inquirenti per l’eccellente operazione di contrasto al terrorismo islamico portata a termine in Provincia di Como. Abbiamo sempre sostenuto che vi fosse un allarme terrorismo islamico in provincia di Como, oggi ne abbiamo la conferma. Un’intera famiglia presente dal 2005 a Fenegró era radicalizzata e devota al fondamentalismo islamico, il padre e il figlio latitante in Siria sono stati arrestati e la madre espulsa dal territorio. È da sempre che la Lega chiede al governo una maggiore attenzione per il territorio comasco sul fronte della sicurezza e dell’immigrazione”.

“Serve maggiore controllo”

“Da anni chiediamo maggiore controllo del territorio e maggiore prevenzione, maggiori investimenti e risorse per forze di Polizia e Carabinieri e la chiusura immediata di centri islamici e moschee tra cui quella di Cantù e Como in via Pino. Questa ultima è già stata oggetto dell’espulsione di alcuni imam ritenuti pericolosi per la Sicurezza pubblica. Da anni inoltre chiediamo un contrasto serio al l’immigrazione clandestina che ha raggiunto livelli insostenibili ma la risposta del governo è stata inesistente. Il governo in questi anni ha totalmente abbandonato il territorio comasco. Quanto accaduto dimostra invece che il terrorismo islamico è presente anche sul nostro territorio e i livelli di attenzione devono necessariamente essere alzati” ha spiegato Molteni.