Tentato omicidio con un colpo di arma da caccia: arrestato il responsabile

Rintracciato a Corsico dopo che l'11 maggio scorso aveva colpito un uomo di 32 anni in un campo di via Monzoro a Cornaredo.

Tentato omicidio con un colpo di arma da caccia: arrestato il responsabile
Cronaca Rhodense, 28 Maggio 2019 ore 14:32

Tentato omicidio con un colpo di arma da caccia: arrestato il responsabile.

Tentato omicidio con un colpo di arma da caccia: arrestato il responsabile

Le indagini sono durate un paio di settimane: intense investigazioni che hanno coinvolto i carabinieri della stazione di Trezzano sul Naviglio e quelli della stazione di Cornaredo, entrambe guidate dal capitano Pasquale Puca della Compagnia di Corsico.

L’episodio dello scorso 11 maggio

Un’attività che ha portato a individuare il responsabile del tentato omicidio avvenuto l’11 maggio, quando un uomo di 32 anni, irregolare in Italia e già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato trovato in condizioni gravissime in un campo di via Monzoro a Cornaredo. L’uomo è stato portato con l’elisoccorso all’ospedale Niguarda, dove si trova ancora ricoverato in condizioni critiche.

LEGGI ANCHE: Sparatoria tra Cornaredo e Settimo Milanese: un uomo ferito

Il responsabile rintracciato a Corsico

A sparargli un colpo con un’arma da caccia è stato Khalid El Jabiry, nato in Marocco, 36 anni, regolare in Italia e pregiudicato. Dopo aver cercato di uccidere il connazionale a Cornaredo, l’uomo si è nascosto in un appartamento a Corsico. Ma i carabinieri sono riusciti a rintracciarlo, dopo l’intensa attività investigativa per individuare il suo nascondiglio. Secondo i militari, il 36enne avrebbe sparato al connazionale per un regolamento di conti: tra i due c’erano infatti attriti legati allo spaccio di droga e alla gestione delle piazze nel Sud Ovest milanese. Recuperata anche l’arma: una doppietta di produzione belga con matricola abrasa, occultata sotto terra a pochi metri dalla scena del crimine. Il 36enne è stato arrestato e si trova ora al carcere di San Vittore.