Menu
Cerca
Legnano

Telefonini come "pegno" per pagare la droga: arrestati due giovani con cocaina

La Polizia di Stato ha bloccato i due pusher in via Canazza, nella loro casa telefonini e materiale per il confezionamento delle dosi

Telefonini come "pegno" per pagare la droga: arrestati due giovani con cocaina
Cronaca 08 Febbraio 2021 ore 13:28

Telefonini come "pegno" per pagare la droga: è successo a Legnano. La Polizia di Stato ha arrestato due giovani trovati in possesso di cocaina.

Telefonini come "pegno" per pagare la droga

Oltre alla droga che avevano addosso, nella loro abitazione i poliziotti di Legnano hanno anche trovato tre telefonini cellulari, molto probabilmente un "pegno" da parte dei clienti per comprarsi la droga. In altre parole, i clienti che non avevano i soldi per acquistare lo stupefacente, pare dessero ai due pusher un "anticipo" lasciando loro il proprio cellulare per poi pagare quando arrivavano i contanti.

Polizia in azione

La sera di venerdì la Squadra investigativa del commissariato legnanese è stata impegnata in un servizio contro lo spaccio di droga. Ricevute alcune segnalazioni, la volante è andata a dare un'occhiata nella zona del parcheggio tra le vie Canazza e Colli di Sant'Erasmo. Qui gli agenti hanno notato due ragazzi, di origine tunisina, che, vista la volante, hanno cercato di disfarsi di qualcosa.  Fermatisi e recuperato quando gettato dai due, i poliziotti hanno bloccato i giovani e rinvenuto 11 dosi di cocaina già preconfezionate e circa 450 euro, per la maggior parte in banconote di taglio molto probabilmente utilizzato per smerciare la droga.
La Polizia è poi andata ad effettuare una perquisizione nell'abitazione dei due, un 20enne e un 30enne: qui sono spuntati fuori tre telefonini cellulari di dubbia provenienza (e come detto, usati molto probabilmente dai clienti come "pegno" per la droga) oltre a materiale per il confezionamento delle dosi. I due sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.