Tari sbagliata, per il Consorzio nessun caso nella nostra zona

Attenzione all'applicazione della Tarip

Tari sbagliata, per il Consorzio nessun caso nella nostra zona
Cronaca 15 Novembre 2017 ore 14:23

Tari sbagliata, per il Consorzio nessun caso nella nostra zona. Dopo i casi nazionali, arriva la precisazione dell'azienda che gestisce la tariffa in molti dei nostri Comuni.

Tari in regola

Il Consorzio dei Comuni dei Navigli comunica di non rientrare nelle casistiche evidenziate in questi giorni dai mass media in quanto da sempre applica la quota variabile (€/nucleo) sul totale della metratura dell’immobile (locali principali e accessori). Pertanto nessun utente ha pagato indebitamente la quota variabile delle pertinenze e il Consorzio non sarà chiamato ad effettuare alcun rimborso della Tari.

Occhio alla Tarip

Si precisa che tale chiarimento non è applicabile ai Comuni in cui viene applicata la Tarip (Tariffa puntuale corrispettiva), in quanto per questa tipologia di tariffazione del servizio la quota variabile viene calcolata per ciascun utente in base alla quantità di resto secco effettivamente conferita al servizio di raccolta (€/kg).