Cronaca

Sversamento a Morimondo, M5S: “Quali sono rischi e danni?”

Sversamento a Morimondo, a due anni dal grave episodio dovuto ad atti dolosi, il Movimento Cinque Stelle torna a chiedere: “Quali sono rischi e danni?”

Sversamento a Morimondo, M5S: “Quali sono rischi e danni?”
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 28 Novembre 2017 ore 16:17

Sversamento a Morimondo, a due anni dal disastro i Cinque Stelle riaccendono i riflettori

Sversamento a Morimondo, i Cinque Stelle: "Venti siti interessati da Morimondo a Milano"

Sversamento di idrocarburi, gli attivisti locali dei Cinque Stelle riaccendono i riflettori su Morimondo a due anni di distanza dagli atti dolosi ai danni dell'oleodotto Eni nell'ottobre 2015 che causarono un vero e proprio disastro ambientale. Furono interessati i terreni agricoli, le acque di falda ed il reticolo di corsi d'acqua dei Fontanili. Sebbene Eni, nel luglio 2016, promise di installare e implementare i sistemi di sicurezza, la situazione appare ancora oggi critica. Riferiscono i pentastellati: “Recentemente a seguito delle segnalazioni di numerosi attivisti del Movimento 5 Stelle del territorio siamo riusciti ad identificare in un tratto di 20 km che va da Morimondo a Vanzago, fino al Municipio 7 di Milano, ben 20 siti di sversamento di idrocarburi, fino al Pavese, alla Lomellina dove già sono stati identificati altri siti di sversamento con grave diffusione di idrocarburi. Oggi non abbiamo aggiornamenti sullo stato dell'inquinamento né sulle azioni messe in atto per contenerlo. Intendiamo interrogare tutti gli enti preposti per trovare risposta alle tante domande poste dai cittadini preoccupati”.

"Quali sono i danni per il territorio?"

Diversi gli interrogativi sul tavolo: “Quanti piani di bonifica sono stati presentati e quanti piani di bonifica sono stati completati ? Oltre a considerare il danno procurato nel singoli siti, qualcuno si è preoccupato di fare una mappatura per considerare il danno procurato nell'intero territorio? Eni ha poi installato e implementato i servizi di sicurezza su tutti gli oleodotti? Arpa ha fatto un'ispezione su tutto il territorio, ha fatto le analisi delle acque e dei terreni interessati dallo sversamento? E' stata fatta una valutazione del potenziale inquinamento della falda acquifera e quindi della ricaduta che questo potrebbe avere sulla salute pubblica? La cittadinanza è stata informata sulla situazione e sugli eventuali rischi?”

Seguici sui nostri canali