Sui cartelli cani esemplari di padroni incivili

Fa discutere l'iniziativa messa in atto dal sindaco di Cairate Paolo Mazzucchelli

Sui cartelli cani esemplari di padroni incivili
Cronaca Saronno, 24 Novembre 2018 ore 08:00

Sui cartelli cani esemplari di padroni incivili

Cani, incivili

Sulla ciclopedonale di Cairate

Fanno discutere i cartelli contro gli incivili posti nei giorni scorsi lungo la pista ciclabile e sul marciapiede davanti all’ingresso del municipio. L’immagine di un cane che raccoglie le proprie deiezioni, vergognato del padrone che non lo ha fatto, vale più di ogni messaggio contro chi ancora ignora l’obbligo, civile e morale, di non lasciarle per strada. Sui social e in paese i cittadini ne parlano: chi li ritiene utili, chi uno spreco di risorse. Chi invoca in risposta più cestini sul territorio, chi apprezza l’idea nella speranza serva per un paese più pulito e per fare breccia nella coscienza di chi non se ne cura.

Obiettivo alzare l'attenzione sull'educazione

«L’obiettivo era alzare l’attenzione sul fenomeno – spiega il sindaco Paolo Mazzucchelli, motivando la campagna a mezzo di cartelli eclatanti sul territorio – ed è già stato raggiunto, visto che la gente ne discute. Abbiamo scelto il tono simpatico perché un cartello istituzionale sarebbe ignorato dai più». L’iniziativa si innesta su un percorso intrapreso con insistenza dall’amministrazione ormai da due anni contro l’inciviltà e per innalzare il senso di responsabilità dei cittadini verso il bene pubblico. Iniziato con la diffusione in tutte le case di volantini sui corretti comporamenti in relazione allo smaltimento dei rifiuti domestici, ma anche fornendo i dati delle quantità di materiali raccolti nella pulizia urbana (in particolare la mole eclatante di mozziconi, fazzoletti di carta, scontrini), con l’invito a segnalare episodi di inciviltà e comportamenti incuranti di regole e decoro. E ancora proseguito con l’incremento dei passaggi di pulizia dei centri urbani e con ripetute indagini sull’immondizia abbandonata a lato strada e nei boschi, che hanno portato la Polizia locale a individuare e sanzionare diverse volte i responsabili.

Una campagna per la civilità

Una campagna per la civiltà che non si ferma: dopo i cartelli comparsi in questi giorni, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema, il sindaco annuncia altre mosse. «Metteremo telecamere mobili posizionate su alcuni cestini pubblici, in punti già identificati, nei quali c’è chi abitualmente conferisce la spazzatura di casa. Lo abbiamo constatato perché a poche ore di distanza dallo svuotamento sono già strapieni di sacchetti dell’immondizia, spesso gettati senza neppure scendere dall’auto. Utilizzeremo altri soldi pubblici per individuare i responsabili». Mazzucchelli riscontra anche un coinvolgimento positivo della popolazione: «Sui social la gente inizia a postare l’inciviltà di pochi, ci sono segnalazioni e una sensibilità più viva. Vedo segni di risveglio. Noi andiamo avanti».

 

per tutte le altre notizie: https://primamilanoovest.it